Macchine Revelin, l’evoluzione nella finitura dell’intonaco

revelin

Nata direttamente in cantiere dalla necessità di lavorare con velocità e minor affaticamento fisico, Revelin è sinonimo di fratazzatrice per intonaco. La prima lanciata sul mercato risale al 1982: da allora l’azienda di Isola Vicentina (Vicenza) ha continuato a proporre macchine innovative e attrezzature per soddisfare i continui cambiamenti del mercato delle costruzioni, segnando l’evoluzione nel settore della finitura dell’intonaco e sollevando gli operatori dalla fatica manuale che queste lavorazioni comportano.

fratazzatrice-revelin
Prima fratazzatrice inventata da Revelin nel 1982

Negli anni Revelin ha depositato numerosi brevetti a dimostrazione di un costante dinamismo e voglia di innovare. Nel mondo dell’intonaco, oggi la fratazzatrice è una necessità sia per la qualità dell’effetto finito, sia per la quantità di metri quadrati resi nella lavorazione.

revelin

Disponibile in tre versioni per rifinire qualsiasi tipo di intonaco, cemento e gesso, la fratazzatrice Revelin permette di rifinire perfettamente intonaci grezzi, fini e premiscelati. Oltre a diversi accessori per la raschiatura, la carteggiatura e la rifinitura a effetto lucido o spugnato, le macchine si possono anche utilizzare per interventi di rifinitura di resine a pavimento o massetti sabbia-cemento.

Oltre alla prima fratazzatrice, tra le innovazioni che hanno segnato la storia dell’azienda spicca anche l’intonacatrice Dry a 220 volt, inventata nel 1987, il primo sistema tramoggia obliqua, tutt’ora di largo consumo soprattutto nei cantieri rivolti a interventi di riqualificazione.

intonacatrice-revelin
Prima intonacatrice con tramoggia verticale inventata nel 1987

Oggi l’azienda dispone di un’ampia gamma di intonacatrici da 220 e 380 volt, in grado di intervenire su qualsiasi tipo di materiale, dagli intonaci deumidificanti ai tixotropici, dai classici intonaci in sabbia, calce e cemento a quelli premiscelati di vario tipo.

Le fratazzatrici e le intonacatrici si aggiungono alla gamma di mescolatori a ciclo continuo per la lavorazione di intonaci alleggeriti, fugatrici, rotori e statori per qualsiasi materiale, in grado di garantire sicurezza, risparmio in cantiere e un risultato finale di alta qualità.

revelin-sede

Il reparto ricerca e sviluppo, affinato con forza negli anni, è sempre al lavoro per sviluppare prodotti di semplice utilizzo, robusti, versatili rispetto ai materiali esistenti sul mercato e dai bassi costi di manutenzione, prestando la massima attenzione alle reali difficoltà della manodopera in cantiere e ai volumi di lavoro.

Leggi anche: Speciale macchine per l’edilizia: vendita e noleggio tengono anche nel 2020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui