Automazione ed efficienza: ecco le novità di Bauma 2016

bauma 2013

Mancano sei mesi a Bauma 2016, il salone internazionale di macchine per l’edilizia, materiali da costruzione e industria estrattiva. Ma gli organizzatori hanno reso noto i principali temi di tutte le sezioni della fiera triennale giunta alla 31 esima edizione: l’automazione e l’efficienza delle risorse rimangono una priorità assoluta, così come è necessaria una lavorazione economicamente vantaggiosa dei prodotti ad alta efficienza energetica, mentre il mercato chiede sempre di più sistemi chiavi in ​​mano. Argomenti che indicano come sta evolvendo il mercato e la conferma di ciò non è solo nel fatto che nella più grande vetrina del settore, in scena dal 11 al 17 aprile 2016 presso il centro fieristico Messe München di Monaco di Baviera, la parola chiave sarà efficienza. Ma arriva anche dagli espositori e dai rappresentati delle più grandi aziende, come Johann Sailer, presidente di Vdma (Verband Deutscher Maschinen- und Anlagenbau, German Engineering Federation) l’associazione tedesca dei produttori di macchine per edilizia e materiali da costruzione: «Nel settore delle macchine e costruzione e impianti di produzione dei materiali per l’edilizia impianti materiale, continua la tendenza verso l’automazione focalizzata all’incremento efficienza delle risorse, che si aggiunge a una forte domanda mondiale di componenti prefabbricati in calcestruzzo ad alta efficienza energetica e materiali da costruzione». Certo, anche le parete doppie o i sistemi sandwich in materiale isolante sono altrettanto richiesti e anche in questo caso, perché siano economicamente vantaggiosi, la produzione deve essere più efficiente. Così il produttore tedesco di sistemi e impianti Vollert Anlagenbau, ha inserito in catalogo una postazione a sei assi con tecnologia a idrogetto, per tagliare in maniera automatizzata i pannelli di materiale isolante. La prova della sua efficienza è testimoniata dal gruppo belga Kerkstoel che ha iniziato a utilizzare questa macchina nella sua produzione di pareti doppie che ha dichiarato di aver incrementato notevolmente il numero di prodotti, aumentato la qualità e con i processi di taglio ottimizzati migliorato l’uso delle risorse.

bauma 2013
bauma 2013

Un aiuto viene anche dai produttori di componenti prefabbricati in calcestruzzo che si sono posti l’obiettivo strategico di incrementare il valore aggiunto. Per esempio nei tubi abbinando al prodotto di base un manto sintetico come ha fatto la società austriaca Schlüsselbauer Technology, che ha introdotto sul mercato tubi di cemento con ancoraggio, liner in polietilene ad alta densità (Hdpe) e un connettore flessibile sintetico. Questi tubi, utilizzati principalmente per le fognature, che uniscono la robustezza del calcestruzzo con la resistenza di materiali sintetici a erosione chimica, sono già stati impiegati con successo in trincee aperte e anche con i spingitubo, perché consentono un montaggio più rapido dei connettori. In ogni categoria merceologica c’è una spinta verso prodotti di qualità superiore con una finitura di alta qualità. Lo sottolinea anche Masa GmbH, specializzato in macchinari e impianti per la produzione di pavimentazione e blocchi in cemento che come molti altri colleghi sta effettuando delle modifiche a suoi sistemi per venire incontro alle esigenze di un mercato che sta abbandonando la produzione di blocchi di cemento grigi massicci perché generano il ritorno più basso. Ma non solo, i clienti dell’azienda Masa, spesso ordinano impianti che hanno funzionalità aggiuntive come opzioni di miscelazione e dosaggio opzionali e trattamento delle superfici in calcestruzzo colorato. In pratica si tratta di soluzioni complete, altra prova concreta in tutti i sensi della tendenza verso sistemi chiavi in mano, mentre cala la domanda di singole macchine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui