Cribis: attrezzature per cantiere in crescita del 21%

La produzione italiana di attrezzature per le costruzioni nel 2016 è cresciuta del 21%, con un giro d’affari di 306 milioni. Il dato è emerso dall’ultimo rapporto di Cribis sul settore macchine per costruzioni, rilasciato alla vigilia di Ecomondo, alla Fiera di Rimini (fino al 10 novembre). In crescita risultano anche la produzione di macchine movimento terra (18%), di macchine per la preparazione degli inerti (64%) e delle gru a torre (17%). È stabile la produzione di macchinari per il calcestruzzo (2%) mentre risultano in calo le macchine per la perforazione (-28%) e le macchine stradali (-5%).produzione costruzioni

Unacea sarà presente con un proprio stand insieme all’associazione dei noleggiatori del settore Assodimi. «L’appuntamento annuale con Ecomondo è un importante vetrina sulle nuove applicazioni delle nostre macchine e in particolare delle nostre attrezzature», chiosa Paolo Venturi, presidente di Unacea. «Penso alle attrezzature per la demolizione selettiva e silenziosa, grazie alle quali è possibile diminuire enormemente l’impatto delle demolizioni dei vecchi edifici. Così come alle attività di trattamento in cantiere: le benne vagliatrici, selezionatrici e frantumatrici aprono a nuove possibilità di riuso e di riciclo dei materiali, in linea con quanto auspicato dall’Ue e a beneficio della collettività in termini di minori rifiuti prodotti e minore impatto delle attività estrattive. La nostra presenza a Ecomondo rafforza quindi l’obiettivo di Unacea di agevolare il riconoscimento e l’intoduzione delle innovazioni tecnologiche del settore, a beneficio della collettività e dell’ambiente».

Cribis: attrezzature per cantiere in crescita del 21% ultima modifica: 2017-11-07T17:16:29+00:00 da Virginia Gambino
Categories: Edilizia, In Evidenza

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*