Riassetto e nuovo logo per Fitt, che sbarca in Usa

Condotta per l'acqua di Fitt
Condotta per l'acqua di Fitt

Riassetto per Fitt, collegato a un piano di crescita con traguardo al 2023. Il programma prevede di consolidare ulteriormente la presenza internazionale entrando in nuovi mercati, primo tra tutti quello degli Stati Uniti. Fitt, con sede a Sandrigo (Vicenza), è specializzata nello sviluppo di soluzioni per il trasporto di fluidi, per uso industriale, professionale (edilizia e infrastrutture) e domestico (giardinaggio e hobbistica). Ha un fatturato di 217 milioni di euro, il 72% del quale deriva dall’export, con 850 dipendenti, nove siti produttivi (sei in Italia, tre in Europa),11 siti logistici nel mondo e sei consociate. L’impresa è stata fondata nel 1969 da Rinaldo Mezzalira, ma da 10 anni è guidata dal figlio, Alessandro Mezzalira, che ha consolidato la crescita e l’internazionalizzazione del gruppo, trasformandolo in un’impresa manageriale.

Condotta per l'acqua di Fitt
Condotta per l’acqua di Fitt

La strategia

Il rafforzamento del brand è passato strategicamente attraverso l’incorporazione di un’azienda del mercato building, già parte del gruppo, sotto l’insegna Fitt e cambi di denominazione societarie delle due filiali estere. Realtà commerciali e distributive radicate e affermate da anni nei rispettivi mercati, Comecap, oggi Fitt France, e Melisse, diventata Fitt España y Portugal, sono da sempre teste di ponte molto importanti all’interno di mercati fondamentali per quella che oggi è la Divisione Garden di Fitt. 

Nuovo brand

Altra novità: l’azienda si è presentata in tutti i mercati di sbocco con un nuovo marchio, costituito da una linea grafica sinuosa e dinamica, che allude al mondo delle tubazioni. La lettera iniziale «F», rappresenta una figura umana che comunica, da un lato, il valore e la centralità che la persona ha per l’azienda e la creatività al tempo stesso razionale del Gruppo.

«Il lavoro svolto sul brand è una naturale conseguenza della nuova vision che Fitt ha avviato nel 2016 con l’obiettivo di prepararsi ad affrontare le sfide future con i giusti strumenti», commenta il Ceo, Alessandro Mezzalira. «In questi anni i mercati, i consumatori e tutti i nostri stakeholder stanno facendo cambiamenti importanti che richiedono a nostra volta dei rinnovamenti. Guardare al futuro significa necessariamente cambiare. Stiamo costruendo una comunicazione di brand per raccontare non solo i nostri prodotti, ma anche la nostra azienda. Stiamo mettendo al centro il nostro utilizzatore in modo concreto; stiamo innovando prodotto e processi; stiamo costruendo un nostro modello di presenza nel mondo digitale e stiamo focalizzando i nostri sforzi nei business dove crediamo di avere forti competenze. Per questo abbiamo creato tre divisioni: Garden Division, Building Division, Industrial Division, ciascuna con la propria specifica focalizzazione di mercato, ma in grado di attingere da un know-how integrato e condiviso».

Alessandro Mezzalira
Alessandro Mezzalira

«Non si è trattato di un semplice rifacimento d’immagine», aggiunge il direttore Brand & Communication, Francesco Raganelli, «bensì di un’importante evoluzione della cultura d’impresa di una solida realtà italiana e oggi punto di riferimento del settore in tutto il mondo. La nuova brand identity ha quindi l’obiettivo primario di far emergere valore di offerta e valori aziendali, rendendo tangibile la visione pioneristica di una organizzazione che, cogliendo dal passato, guarda al presente ideando il futuro».

Lascia una risposta

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui