Proroga per il superbonus, ecco le novità

Bonus edilizia

Annunciate e, alla fine, approvate. Nella Legge di Bilancio 2021 sono stati inseriti ritocchi sul fronte dei bonus dedicati all’edilizia. Ecco le novità:

Superbonus 110%. Come desiderato un po’ da tutti i partiti, ma non senza una lunga trattativa per la coperrtura finanziaria, il superbonus del 110% per l’isolamento e il consolidamento strutturale dei condomini e delle unità unifamiliari è stato prorogato al 30 giugno 2022. Ma con una possibile coda: basterà avere il 60% dei lavori già avviati e un Sal aperto e si potrà arrivare al 31 dicembre del 2022. Un’ulteriore proroga potrebbe poi arrivare grazie ai fondi europei.

Finestre e ristrutturazioni. Nuova proroga  di un anno, cioè fino a fine 2021, dei bonus per le ristrutturazioni (50%), dell’ecobonus (65%), e per finestre e infissi (50%). Proroga anche per il bonus facciate (90%).

Bonus mobili. La Legge di Bilancio 2021 ha rifinanziato il bonus mobili, che passa a un tetto di spesa da 10 mila a 16 mila euro. La detrazione resta del 50% delle spese documentate per l’acquisto di mobili in fase di ristrutturazioni edilizie.

Condominio e colonnine. Bonus del 110% anche per le spese sostenute dal luglio scorso al 30 giugno 2022 per le colonnine di ricarica delle auto elettriche nei condomini. Ci sono però limiti di spesa: 2 mila euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno, 1.500 euro per condomini fino a un massimo di otto colonnine e 1.200 euro per edifici plurifamiliari o condomini che installino oltre otto colonnine.

Per l’utilizzo dei bonus è necessario, come sempre, attendere le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate, ma tutto fa supporre che ricalcheranno semplicemente quelle già in vigore. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui