Gabriele Favero, Eterno Ivica: il successo è brevettato

gabriele-faveri-eterno-ivica

Sessantacinque anni di presenza nel settore dell’edilizia e dell’architettura, sia in ambito di impermeabilizzazione e drenaggio delle acque sia, più recentemente, nel benessere dell’ambiente indoor. Lo rappresentano bene le ultime innovazioni della linea Acustica e il pannello Phonolook, fonoassorbente e in grado di purificare l’aria degli ambienti interni, grazie alla speciale tecnologia The Breath. Ma anche un ruolo da player di riferimento in Italia e nel mondo: Eterno Ivica, nonostante il contesto sfidante a causa dell’emergenza covid-19, ha scelto di porsi in un’ottica il più positiva possibile.

gabriele-favero-eterno-ivicaE il mercato sembra voler premiare questa attitudine, con il fatturato che attualmente segna un incremento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, rivela Gabriele Favero, amministratore delegato dell’azienda di Padova. «Da quando si sono riaperte le attività, stiamo ricevendo molti ordini dai rivenditori, che per noi sono una categoria assolutamente importante e delle cui esigenze teniamo sempre conto nella progettazione dei nostri prodotti. Il nostro consiglio per loro, in questa annata per nulla semplice, è sfruttare al massimo l’opportunità straordinaria del super ecobonus del 110% presentato dal Governo».

Nell’intervista che segue, il manager spiega il successo dell’azienda, legato a doppio filo con la qualità intrinseche dei suoi prodotti, esempi di assoluta eccellenza made in Italy.

L’intervista a Eterno Ivica e molti altri articoli sono su YouTrade di maggio: ricevi la tua copia

Roof Garden – Met – Metropolitan Museum of Art – New York, Usa realizzata con i supporti Eterno Ivica

Eterno Ivica: intervista all’ad Gabriele Favero

Domanda. Inevitabile iniziare con il punto della situazione giunti alla Fase 2. Nei due mesi di lockdown come avete gestito l’emergenza sanitaria?
Risposta. Fortunatamente il codice Ateco ci ha consentito di continuare a lavorare: abbiamo messo in atto lo smart working per quasi tutti gli impiegati e osservato tutte le misure di sicurezza come indicato dai vari decreti che si sono susseguiti. Abbiamo
riscontrato un calo del mercato interno, mentre dall’estero sono continuati ad arrivare gli ordinativi. Questo periodo di lockdown lo abbiamo sfruttato al massimo per pensare e progettare nuovi prodotti e nuove soluzioni, miglioramenti nel reparto produttivo e revisione dei processi interni.

D. E ora qual è la prospettiva per il resto dell’anno?
R. È buona. Al momento non vedo particolari problemi, l’Italia è ripartita e stiamo ricevendo ordini giornalmente. L’estero è in aumento rispetto lo scorso anno.

D. Quindi, lei immagina di raggiungere lo stesso fatturato dello scorso anno?
R. Di più. Siamo già in incremento rispetto allo scorso anno.

eterno-ivica-se
Supporti regolabili Eterno Ivica SE

D. Secondo voi come impatterà sull’edilizia il blocco da contenimento dell’emergenza?
R. Per quanto riguarda i cantieri già iniziati, ritengo che ci sia una normale prosecuzione per portarli a termine, mentre per quanto riguarda le nuove opere pubbliche potrebbe essere questa una grande occasione per lo Stato di farne partire di nuovi al fine di aiutare l’economia a crescere. Per quanto riguarda i privati potrebbe esserci un momento di incertezza e di conseguenza un rallentamento sulla partenza di nuove opere.

D. Il super ecobonus al 110% studiato dal governo potrà servire a risollevare il settore?
R. Sì, è stata un’ottima notizia, sicuramente il superbonus del 110% aiuterà tantissimo il settore.

D. L’edilizia può rimettersi in moto anche se studia soluzioni innovative. Quanto conta per voi investire in ricerca e sviluppo?
R. Ritengo che solo proponendo soluzioni innovative l’edilizia avrà un futuro, per questo la ricerca e sviluppo per la nostra azienda è sempre stata una priorità. Ogni anno dedichiamo uno specifico investimento finanziario a questa attività ed è proprio grazie alla continua ricerca di prodotti e sistemi innovativi che la nostra azienda si colloca al livello massimo del mercato in cui operiamo. In questi ultimi 10-15 anni le tecniche costruttive sono cambiate, è in atto tuttora una rivoluzione e chi, come noi, produce manufatti e sistemi, ha come unica strada quella di progettare e proporre soluzioni nuove, basate sull’altissima qualità, sostenibilità, sicurezza e rispetto per l’ambiente. Inoltre, per noi naturalmente il made in Italy è prioritario.

D. Tra le soluzioni innovative proposte al mercato ci sono i supporti Pedestal e Woodeck. Di che si tratta?
R. Dal primo momento in cui sono entrati nel mercato, i supporti delle linee Pedestal e Woodeck hanno riscontrato successo, proprio perché si tratta di una serie di prodotti e soluzioni che hanno rivoluzionato il settore delle pavimentazioni esterne. Una tecnologia innovativa che ha dato possibilità a progettisti e committenti di usufruire di pavimentazioni esterne di qualità, al pari di quelle interne.

eterno-ivica-pedestal

Migliaia di supporti Pedestal hanno sfidato il grande freddo e sono riusciti a creare un’enorme terrazza di un centro commerciale in Russia, nella città di Voronej CityD. Cominciamo con Pedestal. Quali sono le caratteristiche tecniche?
R. Le principali sono tre: è semplice, forte e bello. Semplice, perché si assembla e posa in modo facile e veloce, aiutando in questo modo il compito dei posatori. Forte, perché ha delle resistenze al carico di rottura certificate, oltre ogni normativa. Infine, bello perché pur essendo un prodotto industriale ha un design studiato in ogni dettaglio. Il nostro modello top, il modello Se con testa autolivellante, ha ben due brevetti. Il primo, quello della testa
basculante e autolivellante e il secondo caratterizzato dalla testa in bi-materiale (PP+gomma). Posso tranquillamente dire che è il modello di supporto più copiato al mondo, ma questo ci rende orgogliosi. A corredo e a completamento della gamma dei supporti forniamo una serie di accessori che ormai sono diventati indispensabili per una corretta e perfetta posa in opera e, anche in questo caso, i nostri accessori sono i più copiati al mondo.

D. Per quali interventi può essere utilizzata questa soluzione?
R. I supporti delle linee Pedestal e Woodeck servono per realizzare pavimentazioni esterne, sia in ambito civile che industriale. La principale applicazione è sulle terrazze, ma anche tetti piani, zone gazebo, giardini, bordi piscina, zone di camminamento esterno,
zone esterne di bar e ristoranti, pavimentazioni provvisorie per stand ed eventi.

eterno-ivica-pedestal
Eterno Ivica ha reso possibile l’installazione (con Pedestal) posta a Cortina D’Ampezzo in occasione dell’evento Tedx

D. Quale tipo di pavimentazione supporta?
R. I supporti Pedestal e Woodeck possono supportare svariate tipologie di pavimentazioni. L’aspetto importante è che queste pavimentazioni hanno una determinata resistenza ai carichi di rottura: lastre di gres porcellanato, lastre in calcestruzzo, marmo,
pietra naturale, pietra composita, legno, legno composito.

D. E quale peso?
R. Il peso non è mai un problema per i supporti, in quanto hanno carichi di rottura certificati molto alti, bisogna fare attenzione semmai alle lastre di pavimentazione perché anche loro devono rispondere a determinate resistenze ai carichi di rottura.

D. Ma se la superficie è in pendenza?
R. Con questa tecnologia si ottengono pavimentazioni perfettamente orizzontali. Pur essendo in presenza di una pendenza del piano di posa, la testa autolivellante del supporto si adatta alla pendenza della superficie e permette al pavimento di essere piano. L’acqua defluisce attraverso le fughe tra lastra e lastra e finisce nei canali di raccolta o nei pluviali di scarico.

D. In che cosa si differenzia la linea Woodeck?
R. La linea Woodeck è dedicata alla posa di un pavimento sopraelevato formato da listoni, generalmente listoni in legno, ma ultimamente anche listoni in gres porcellanato e lastre di ceramica multiformato. Si tratta di una sottostruttura formata da supporti, travetto in alluminio e clip di fissaggio.

eterno-ivica-Woodeck
Elegante terrazza realizzata con Woodeck in un lussuoso attico a Cagliari

D. Qual è la situazione ideale per l’impiego del sistema Woodeck?
R. Dipende dalle esigenze e dalla scelta del committente o del progettista: se la pavimentazione sarà in legno, generalmente listoni, ecco che la linea Woodeck è perfetta. In questo modo si crea una sottostruttura semplice e veloce da posare, la quale potrà accettare la sovrastante posa dei listoni in legno o altro materiale composito, ad esempio wpc.

D. Sono sistemi da utilizzare per gli interni o anche per l’esterno?
R. Tutti i nostri sistemi o prodotti sono utilizzabili all’esterno degli edifici. Per l’interno esistono delle particolari normative che indirizzano all’uso di supporti metallici.

D. Non c’è un problema dovuto alle dilatazioni dei materiali?
R. I nostri sistemi hanno risolto definitivamente il problema delle dilatazioni e quindi il problema delle piastrelle che saltano con il gelo e gli sbalzi di temperatura. Con Pedestal e Woodeck gli elementi che formano la pavimentazione sono semplicemente appoggiati alla sottostruttura (supporti ed eventualmente travetti) in modo da essere liberi di compensare eventuali dilatazioni senza correre il rischio di fessurarsi o rompersi.

eterno-ivica-pedestal
Pedestal sfida la gravità: Camping Mediterraneo Jesolo – Cavallino (Venezia), sistema di posa con sottostruttura in travetto di alluminio (e relativi accessori)

D. In edilizia il concetto di sostenibilità è ormai fondamentale. Qual è il vostro approccio?
R. Il concetto di sostenibilità è ormai fondamentale in edilizia, come anche in tante altre filiere produttive. Eterno Ivica è certificata SA8000 da molti anni, modello che si basa sulla responsabilità sociale delle imprese, nel quale uno dei punti principali è proprio quello della sostenibilità. Ogni prodotto che nasce in Eterno Ivica è progettato secondo schemi di economia circolare, dove nulla verrà mai mandato alla discarica ma tutto sarà riutilizzato e/o riciclato. In particolare, i sistemi Pedestal e Woodeck sono costituiti da prodotti che una volta posti in opera possono essere tranquillamente rimossi e riutilizzati per nuove applicazioni, altrimenti possono essere riciclati e la materia prima riutilizzata per costruire altri supporti o altri prodotti.

D. Un’ultima domanda: avrete novità a breve o medio termine?
R. Abbiamo due importanti novità per la seconda parte dell’anno: presenteremo un supporto che farà parte della linea Pedestal, un supporto innovativo, sorprendente, il quale sarà protetto da ben tre brevetti internazionali. Poi, presenteremo un secondo prodotto per il quale al momento preferirei non dire troppe cose, sarà una piacevole sorpresa per i nostri partner e per il mercato.

eterno-ivica-pedestal
Palestra Virgin Active, Milano, work in progress

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui