In crescita il noleggio di macchinari nei Paesi europei

Macchine a noleggio del Gruppo Mollo
Macchine a noleggio del Gruppo Mollo

Si apre una nuova Era per le costruzioni. L’Era (European Rental Association) ha presentato il Market Report 2019, che analizza l’attività per il 2018 nei 28 Paesi dell’Europa e in quelli dell’Efta (European Free Trade Association). Secondo il rapporto, le aziende di noleggio di attrezzature e di servizi di noleggio hanno generato un fatturato complessivo, legato a questa attività, di oltre 26 miliardi di euro.

Il rapporto evidenzia come il mercato del noleggio di attrezzature abbia fatto registrare una crescita in tutti i 15 Paesi inclusi nell’indagine di quest’anno. Inoltre, nel 2018, il settore del noleggio di attrezzature ha conosciuto una crescita del 4,4%. Le stime di crescita prevedono un incremento del 3,8% per il 2019 e del 3,2% per il 2020, il tutto a un tasso di cambio costante.

Una gru all'opera
Una gru all’opera

Il settore del noleggio, nei 15 Paesi esaminati, rappresenta oltre il 95% del giro d’affari complessivo dei 28 Paesi dell’Europa e di quelli dell’Efta, con tre mercati principali, Regno Unito, Germania e Francia, che generano il 60% del totale. Ma a confronto dell’analogo rapporto relativo al 2018, il giro d’affari del noleggio ha subito dei ritocchi in alcuni Paesi: in Francia e Spagna si è ridotto o adeguato di circa il 10%, mentre in Svizzera, in base alle ultime statistiche ufficiali, è cresciuto di circa il 10%.

Il rapporto rappresenta la principale fonte di informazioni sul mercato europeo del noleggio di attrezzature e il solo benchmark di settore esteso a tutta l’Europa. Contiene dettagliate informazioni di mercato per gli anni dal 2016 al 2021 e alcuni indicatori chiave, fra cui il giro d’affari del noleggio, il valore delle flotte e gli investimenti.

Le statistiche fornite dimostrano un trend di crescita nonostante la difficile congiuntura economica. Il rapporto sottolinea che la prospettiva più ottimistica da parte delle aziende di noleggio di attrezzature si riflette in maggiori investimenti in attrezzature a noleggio, cresciuti del 3,1% su base annua.

Oltre a una tendenza estesa a tutta l’Europa in investimenti per l’ampliamento e il rinnovo delle flotte, fra i fattori di crescita deve essere compreso un crescente riconoscimento del ruolo del noleggio nel garantire la sostenibilità e ridurre l’impatto ambientale. Secondo Era, le prestazioni di sostenibilità delle aziende possono essere promosse scegliendo di noleggiare attrezzature invece di acquistarle nel loro insieme. Anche un recente rapporto dell’Agenzia europea dell’ambiente sottolinea come le aziende europee stiano sempre più adottando modelli di business circolari, riflettendo la crescita del settore del noleggio di attrezzature.

Secondo Michel Petitjean, segretario generale di Era, «il Market Report mostra una crescita promettente in tutta Europa. Un fattore chiave è costituito dalla maggiore pressione sul settore da parte delle aziende che desiderano migliorare le proprie credenziali di responsabilità sociale, e questo in quanto i vantaggi di sostenibilità del noleggio di attrezzature sono ben noti in tutti i settori».

Il report contiene un’analisi dettagliata di 15 Paesi europei. Per ciascuno vengono indicate le dimensioni del mercato effettive (2016-2017), stimate (2018-2019) e previste (2020-2021) in valuta locale, oltre a indicatori chiave, fra cui la dimensione della flotta e il volume degli investimenti (2016-2019). Sono presentati, inoltre, i tassi di penetrazione in rapporto al PIL e ai risultati del mercato delle costruzioni di ogni singolo Paese e una stima, in euro, della dimensione totale del mercato del noleggio di attrezzature per il 2018, nei 28 Paesi dell’Europa e in quelli dell’Efta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui