Mapei incontra Leonardo da Vinci in un film

Una pagina del Codice Atlantico
Una pagina del Codice Atlantico

Leonardo da Vinci non era solo un pittore e un geniale inventore di macchine, ma anche un architetto. Non sorprende, quindi, che il cinquecentenario della morte del grande artista del Rinascimento Mapei abbia deciso di celebrarlo ospitando i clienti alla proiezione del cortometraggio Essere Leonardo da Vinci. Un’intervista Impossibile, di cui è sponsor, e alla visita guidata della mostra Leonardo da Vinci Parade. L’evento è stato programma al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, che è intitolato proprio a Leonardo da Vinci.

Il film è ideato e interpretato da Massimiliano Finazzer Flory, in collaborazione con Rai Cinema, ed è ispirato alle parole di Leonardo da Vinci. Il film celebra l’eccellenza come modello di riferimento: scienziato, pittore, designer, Leonardo come uomo e le sue macchine che hanno cambiato il modo di pensare all’arte, alla tecnica e alla scienza. La produzione ha ottenuto il patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 500 anni della morte di Leonardo da Vinci e ha ricevuto numerosi premi negli Usa: Best Indie Filmmaker – Top Shorts Film Festival January 2019; Honorable Mention: Narrative Film – Los Angeles Film Awards 2019; Best Actor – Actors Awards Los Angeles January 2019; Best Narrative Feature – Festigious International Film Festival 2019 Los Angeles; Winner Best Indie Filmmaker – New York Film Awards 2019.

La locandina del film su Leonardo
La locandina del film su Leonardo

Una mostra sul genio

La mostra temporanea Leonardo da Vinci Parade, curata e realizzata dal Museo, interpreta inoltre analogie tra il percorso leonardesco e quello dell’azienda milanese: propone una ricca selezione degli spettacolari modelli realizzati interpretando i disegni di Leonardo, riproduzioni di architetture militari e civili in gesso e terracotta, affreschi concessi dalla Pinacoteca di Brera. Un accostamento tra arte e scienza in un percorso inedito che attraversa i diversi campi di interesse e studio di Leonardo.

Sponsor e partner

La collaborazione di Mapei col Museo è nata nel 2009 quando Mapei, assieme a Vinavil, consociata del Gruppo, ha sponsorizzato e partecipato attivamente alla realizzazione della nuova Area Sostanze Adesive, offrendo la collaborazione dei propri laboratori Ricerca & Sviluppo, del proprio staff di assistenza tecnica in cantiere e dei propri prodotti specifici e all’avanguardia. Successivamente, in veste di partner tecnico, Mapei è intervenuta nella realizzazione e nel ripristino di diverse aree espositive con la fornitura di prodotti per pavimentazioni in resina. L’evento Mapei è un’iniziativa volta alla comprensione della figura di Leonardo da Vinci e del suo contributo alla ricerca, all’arte, all’ingegneria e alla scienza delle costruzioni. 

Leonardo architetto e ingegnere

Molti esempi della sua straordinaria capacità innovativa nel campo della scienza delle costruzioni si possono trovare proprio a Milano: dalle sue proposte sul Duomo, agli studi di ingegneristica sul sistema dei Navigli, allo sviluppo delle chiuse con idee all’avanguardia per i suoi tempi. 

Il fil rouge tra il genio di Leonardo e il mondo di oggi appare ancora più evidente nel settore delle costruzioni civili e delle grandi opere infrastrutturali dove la chimica, applicata all’edilizia, è sempre più decisiva per affrontare le sfide dell’innovazione, della sostenibilità e del rispetto ambientale. A questo proposito uno degli elementi più attuali che emergono dalla biografia di Leonardo è la sua passione per l’acqua e la natura. 

C’è, dunque, un percorso ideale, che unisce il pensiero e l’opera di Leonardo alle sfide tecnologiche dell’industria contemporanea e a un’azienda come Mapei che ha fatto della ricerca e dell’innovazione il proprio punto di forza sui mercati globali.

Mapei ha una posizione di leadership nell’applicazione di prodotti e materiali chimici alle costruzioni in linea con le proprie scelte sempre orientate alla sostenibilità. Nella chimica per l’edilizia tecnologia e innovazione rappresentano, infatti, un fattore imprescindibile per migliorare le caratteristiche dei materiali e ridurne l’impatto ambientale. Tecnologia e Innovazione non possono prescindere dalla scienza perché come scriveva Leonardo “quelli che s’innamoran di pratica senza scienza, sono come il nocchiere, ch’entra in navilio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada”.

I legami tra ieri e oggi, tra Leonardo e Mapei, non si fermano alla scienza e alla tecnologia ma si estendono all’arte e alla cultura. In questi ambiti l’attenzione di Mapei è un “credo” aziendale con radici profonde e lontane nel tempo che si basa sulla convinzione del fondatore, Rodolfo Squinzi, che “il lavoro non possa mai essere separato dall’arte e dalla passione”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui