Knauf Insulation raccoglie e vince le sfide della sostenibilità

Knauf Insulation

Knauf Insulation ha recentemente pubblicato il suo Rapporto Annuale di Sostenibilità “Insulation Matter”. Questa pubblicazione (disponibile sul sito web dell’azienda) viene aggiornata annualmente e analizza in modo approfondito le sfide che il settore edilizio deve affrontare sul fronte della sostenibilità, e quelle di Knauf Insulation in particolare, quale protagonista di primo piano in qualità di produttore di sistemi isolanti.  Nel 2010 Knauf Insulation si è prefissata obiettivi ambiziosi per il 2020, ossia la drastica riduzione delle emissioni di CO2 e del consumo di energia del 20%, la riduzione degli scarichi idrico del 50% e l’annullamento dei rifiuti solidi in discarica, la diminuzione degli incidenti sul lavoro del 50%.

Il nuovo Rapporto prende in analisi i risultati conseguiti nel 2015 come tappa intermedia di questo percorso e i risultati sono davvero positivi. A metà di questa sfida, Knauf Insulation è lieta di annunciare che il consumo di energia è stato ridotto del 17,5%, le emissioni di CO2 del 16,4%; i rifiuti in discarica sono diminuiti del 58%; e gli incidenti sono in calo del 5% rispetto al 2010.  Nel 2015 è stato toccato anche un altro importante traguardo, ovvero il raggiungimento dell’obiettivo di riduzione dello scarico idrico del 50% – cinque anni prima della scadenza predefinita.

Vincent Briard, responsabile del dipartimento “Sostenibilità, Prodotti e Edifici” presso Knauf Insulation ha affermato: “Abbiamo percorso una lunga strada in soli cinque anni e i nostri risultati intermedi nel 2015 sono merito del duro lavoro e dell’innovazione di tutti in Knauf Insulation – ad ogni livello e in ogni sede. Oggi tutti comprendono l’importanza della sostenibilità, ognuno è consapevole dell’importanza dell’efficienza energetica, della riduzione dei rifiuti e della diminuzione del numero di incidenti con perdita di ore di lavoro. I risultati del 2015 sono particolarmente sorprendenti perché ora comprendono anche i 17 siti del Nord America che abbiamo acquisito nel 2014”.

Il nuovo rapporto evidenzia molte delle iniziative che sono state introdotte in tutte le società del Gruppo e pone i riflettori sugli impianti che hanno raggiunto maggiori innovazioni in settori quali la gestione dell’energia, la riduzione dei rifiuti o lo scarico idrico. Sottolineiamo anche come gli investimenti abbiano fatto la grande differenza – ad esempio il taglio delle esigenze di trasporto in Russia e Nord America per migliaia di chilometri – e in che modo le nuove iniziative stiano prendendo piede ad ogni livello – per esempio portando alla qualifica di dirigenti i responsabili della salute e della sicurezza. Le parole di Briard, in merito al valore della sostenibilità, sono esemplificative: “La sostenibilità è parte del nostro Dna.”

Knauf Insulation
Knauf Insulation

Ad oggi, come leggiamo nel Rapporto, i più grandi consumatori di energia in Europa sono le stesse costruzioni edilizie. È stato infatti stimato che una riduzione del 50% dell’utilizzo di energia negli edifici europei dimezzerebbe da sola le emissioni totali di CO2 entro il 2030. Knauf Insulation propone la propria visione in merito, e puntualizza quanto sia importante la ristrutturazione del parco immobili esistente in Europa e non solo, in termini di impatto ambientale e quali vantaggi porterebbe anche in termini di posti di lavoro, di sicurezza energetica e di salute personale. Il rapporto è rivolto a colleghi, responsabili politici, progettisti, installatori, imprese edili e rivenditori di tutto il mondo per mostrare come l’azienda abbia messo la sostenibilità al centro di tutte le proprie azioni e scelte strategiche, evidenziando il costante contributo nel mantenere l’efficienza energetica, la sostenibilità e la sicurezza degli edifici al centro del dibattito politico in tutto il mondo.

Nel Rapporto sono illustrate le numerose modalità che pongono Knauf Insulation all’avanguardia nella bioedilizia in modo da aiutare i clienti ad ottenere di più dai sistemi di certificazione per l’edilizia sostenibile. Vengono inoltre esaminati anche i criteri che secondo la visione dell’azienda debbano influenzare le tendenze della bioedilizia del futuro e il modo in cui le soluzioni proposte da Knauf Insulation possano contribuire alla qualità dell’aria in ambienti chiusi, al comfort acustico e termico, mentre vengono avviate le normative nazionali.

Le soluzioni innovative sono il fondamento della nostra attività, come ad esempio la metodologia produttiva Ecose Technology per le lane minerali che consente di ridurre l’energia necessaria per la produzione fino al 70% e, senza l’uso di fenoli e formaldeide riducendo notevolmente le emissioni di CO2 con un livello di sostenibilità ambientale e qualità dell’aria indoor ottimali. Questa ed altre soluzioni innovative sono trattate e descritte dettagliatamente nel report, insieme ai preziosi feedback che ci forniscono i clienti. Per l’Italia troviamo la testimonianza di Ugo Bortolami, Direttore Generale di Termit che dichiara: “Ci siamo affidati per anni alla grande qualità dei prodotti Knauf Insulation e siamo molto felici delle soluzioni tecniche innovative messe a disposizione con la tecnologia ECOSE – soddisfano completamente le nostre aspettative”.

Altri punti salienti del rapporto sono:

  • Le nuove iniziative di edilizia modulare progettate a supporto dei governi che si trovano ad affrontare una crisi di alloggi per i rifugiati in Europa
  • Il sostegno alla campagna per mantenere la ristrutturazione al centro delle politiche energetiche dei governi in tutto il mondo
  • La campagna per cambiare le politiche al fine di garantire che i nostri edifici siano a prova di fuoco.

Il Rapporto integrale è scaricabile QUI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui