Anie, Quintani presidente del gruppo smart metering

Vincenzo Quintani
Vincenzo Quintani

Promuovere le innovative tecnologie di misura statiche e il concetto di Smart Metering System quale infrastruttura critica per le smart city. È l’obiettivo del gruppo Smart Metering di Csi, che ora ha un nuovo coordinatore: Vincenzo Quintani. L’associazione, all’interno della Federazione Anie, rappresenta le imprese costruttrici di componenti e sistemi per impianti. Quintani è amministratore delegato della filiale Italiana della Landis+Gyr, gruppo leader nello smart metering e soluzioni smart grid attivo da più di 120 anni. Laureato in Ingegneria Elettronica, ha conseguito un Master in Business Adiministration al Cuoa e ha in curriculum esperienze professionali in diversi settori high-tech, tra cui Ict, biomedicale ed energia. È stato anche consigliere del direttivo Gifi, la più grande associazione industriale del fotovoltaico oggi confluita in Anie Rinnovabili. 

Il gruppo Smart Metering di Csi ha come obiettivo quello di promuovere l’impiego delle tecnologie statiche di misura, divulgandone gli aspetti tecnico-scientifici e normativi per far comprendere a tutti gli attori della filiera, compresi i consumatori finali, quali siano i vantaggi di una sempre maggiore apertura del mercato alle nuove tecnologie di misura, di comunicazione e gestione dei dati metrologici.

Lo Smart Metering Group si occupa di contatori gas statici, contatori elettrici, contatori acqua statici e le relative infrastrutture di comunicazione, un comparto industriale fortemente innovativo, che rileva ingenti investimenti in Ricerca e Sviluppo di prodotti sempre più intelligenti e performanti. Realizzare un sistema di Smart Metering significa realizzare una rete intelligente attraverso la quale si promuove un sistema di misurazione evoluto (Advanced Measurement Infrastructure), efficiente e ad elevate prestazioni, in grado di attuare automazioni, telecontrollo e telegestione dei contatori d’utenza e non solo.

«Un sistema di Smart Metering è un infrastruttura cardine su cui innestare servizi caratteristici delle smart city, ancor di più nell’ottica di un paradigma IoT verso il quale ci stiamo evolvendo», ha spiegato Quintani. «La diffusione delle tecnologie statiche è pre requisito essenziale per massimizzare le prestazioni dei dispositivi, fare efficienza energetica e conseguire vantaggi tangibili per i consumatori finali. Sono molto orgoglioso di assumere il ruolo di coordinatore del gruppo di lavoro di Anie perché credo fortemente in questa tecnologia. Continueremo a presidiare dal punto di vista normativo lo sviluppo tecnologico del settore e ci impegneremo in una intensa attività di divulgazione e di promozione tecnico-scientifica con pubblicazioni, seminari, giornate di studio. Il nostro obiettivo è accreditarci sempre di più come riferimento nazionale sul tema nei confronti di enti ed istituzioni di interesse pubblico».

Tra i punti programmatici di Quintani anche la creazione di una piattaforma digitale, come contenitore delle posizioni del gruppo e spazio di confronto e la creazione di una Smart Metering academy per la valorizzazione del know-how e la formazione diffusa di personale che permetta di sfruttare tutte le potenzialità delle innovative tecnologie di Smart Metering.

Vincenzo Quintani
Vincenzo Quintani

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui