Maxi finanziamento ad Astaldi per collegare la Turchia

Il rendering dell'autostrada Gebze-Orhangazi-Izmir

Mezzi finanziari freschi per Astaldi. Il gruppo ha ottenuto un finanziamento di 5 miliardi di dollari per il progetto dell’Autostrada Gebze-Orhangazi-Izmir, in Turchia. L’investimento complessivo è pari a 6,4 miliardi di dollari e porterà alla realizzazione di una delle più importanti opere infrastrutturali in corso di realizzazione a livello mondiale, incluso un ponte sospeso che una volta realizzato sarà il quarto più lungo al mondo. Il nuovo finanziamento sarà utilizzato per il completamento dell’ultima parte del tracciato, lungo 301 chilometri, per il collegamento di Bursa a Izmir (Fase 2B) e il rifinanziamento delle tratte già in costruzione per il collegamento Gebze-Orhangazi-Bursa (Fase 1 e Fase 2A). Si completa, pertanto, il processo di finanziamento dell’intera opera, con il riequilibrio del rapporto Debt/Equity dell’iniziativa a 78/22 (da 50/50 iniziale) e senza ulteriore apporto di equity per Astaldi.

L’iniziativa in concessione prevede la costruzione di oltre 400 chilometri di autostrada e la successiva gestione ad opera di Astaldi, in raggruppamento con imprese turche. L’opera è in fase di costruzione per lotti funzionali separati: Fase 1 (53 chilometri, tratta Gebze-Orhangazi, incluso il Ponte sulla Baia di Izmit), Fase 2A (25 chilometri, tracciato Orhangazi-Bursa) e Fase 2B (301 chilometri, tratta Bursa-Izmir). Una volta completata, l’opera garantirà il collegamento tra le città di Gebze (vicino Istanbul) e Izmir (sulla costa egea), dimezzando gli attuali tempi di percorrenza in auto, oggi superiori alle otto ore.

Il rendering dell'autostrada Gebze-Orhangazi-Izmir
Il rendering dell’autostrada Gebze-Orhangazi-Izmir

Astaldi è presente in Turchia dagli anni Ottanta. Ha già realizzato una tratta rilevante dell’Autostrada dell’Anatolia (116 chilometri, tra Gumusova e Gerede), oltre che la Metropolitana di Istanbul (26 chilometri e 16 stazioni) inaugurata ad agosto 2012, il nuovo Terminal Internazionale dell’Aeroporto di Milas-Bodrum, operativo da maggio 2012 e di cui il Gruppo Astaldi curerà la gestione fino ad ottobre 2015, e il Ponte sul Corno d’Oro (Haliç Bridge) inaugurato a marzo 2014. Ad oggi, Astaldi è presente nel Paese con il progetto per la realizzazione e successiva gestione del Terzo Ponte sul Bosforo (il più lungo e più largo ponte sospeso al mondo, attualmente in fase di costruzione) ed è impegnato nella finalizzazione del contratto di finanziamento del contratto in concessione relativo al Campus sanitario di Etlik ad Ankara, il più grande oggi in costruzione in Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui