Alveari Urbani: il design delle api a Milano

alveari-urbani-milano
Atelier Van Lieshout (NL) The Farm
alveari-urbani-milano
Atelier Van Lieshout (NL) The Farm

La perfezione architettonica delle api sarà al centro di Green Island 2015 Alveari Urbani, manifestazione che dal 13 al 15 aprile aprirà le porte a Milano. Per l’occasione un gruppo di designer e artisti internazionali hanno immaginato e disegnato il “loro alveare urbano “ ideale. Utilizzata per la decorazione di interni, nei tessuti e nella forma modulare di tanti agglomerati residenziali, la struttura a nido d’ape è uno dei motivi ricorrenti dell’architettura e del design.

Il risultato è la prima mostra italiana di alveari urbani, aperta dal 14 aprile presso la Stazione Garibaldi. L’esposizione si svilupperà attorno a un’installazione che simula un prato e i progetti, che coniugano in modo originale architettura, design e rispetto per l’ambiente, saranno esposti dentro vasi di piante fitodepuratrici.

In mostra le realizzazione di numerosi artisti, come la londinese Judith Cowan che con il suo sgabello-arnia, o Andrea Liberni che ha creato una casa-torre ricca di finestre esagonali. E mentre nell’opera “To Be or not to bee” del Duo Control Zac prevale l’aspetto grafico, per gli olandesi dell’Atelier Van Lieshout vince l’apetto scultoreo della cera. Completano l’esposizione altre opere, tra cui il caleidoscopio color miele dell’artista svizzera Katia Loher, la “cabina telefonica” colorata e traforata da esagoni del bosniaco Igor Sovily, le sculture-scatole di Fieldworks. Infine il fotografo concettuale Paul Clemence sfrutta l’occasione per riflettere sui tanti modi in cui la natura influenza e plasma l’architettura umana.

alveari-urbani-2015
Katja Loher (CH) Why did bees leave

La presentazione della mostra Alveari Urbani si terrà il 13 Aprile (ore 11.00-13.00) presso l’Expo Gate, l’infopoint di Expo 2015 in Largo Cairoli. Qui l’artista slovena Polonca Lovsin presenterà in anteprima italiana il video “Perché le api scompaiono?”. Un omaggio a Parigi dove, sul tetto dell’Opéra National, vivono già 90 mila api che producono miele al sapore di menta e limone.

E non solo Parigi ospita le regine del miele. Sempre più forte si sta sviluppando il fenomeno dell’apicoltura in chiave urbana: le arnie hanno fatto la loro comparsa sui tetti dei grattacieli o negli angoli dei parchi pubblici, tanto che si produce miele perfino a Wall Street.

Anche se per le api non sono tempi facili: pesticidi, fertilizzanti chimici e mutamenti degli habitat naturali stanno decimando la popolazione di questi insetti. Con grave danno anche per il nostro stesso ecosistema. Basti pensare che 71 delle 100 colture più importanti per l’alimentazione umana sono impollinate dalle api, dai pomodori alle mele e le fragole.

Green Island 2015 Alveari Urbani si inserisce tra gli eventi culturali di Expo in città. Il progetto fa parte del circuito di ricerca della Comunità Europea con l’Università Middlesex di Londra.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui