Riscaldamento a infrarossi con Scaldaquore: intervista ad Andrea Passador

scaldaquore

 andrea-passador-scaldaquoreIntervista ad Andrea Passador, marketing manager Scaldaquore, specializzata in pannelli riscaldanti a tecnologia infrarossi. 

«Scaldaquore è un brand giovane specializzato nello sviluppo e progettazione di pannelli riscaldanti a tecnologia infrarossi. A differenza del classico riscaldamento a convezione, i nostri pannelli sfruttano l’irraggiamento a infrarossi per riscaldare direttamente i corpi e gli oggetti nelle stanze: il calore dunque, non va più verso l’alto, ma si diffonde in maniera uniforme in tutta la stanza.

Il pannello trasforma l’energia elettrica in onde elettromagnetiche nello spettro IR, le stesse che emettono gli esseri umani, garantendo un riscaldamento per irraggiamento identico a quello naturale del sole. Questo sistema fa bene alle ossa e articolazioni in quanto elimina l’umidità in eccesso all’interno degli ambienti, ma senza seccare l’aria, e si integra armoniosamente negli spazi grazie al design ricercato dei pannelli, disponibili in diverse versioni da appendere a parete: la superficie frontale può essere infatti in vetro, ceramica, con personalizzazioni a stampa o dipinte a mano.

A livello di consumi la nostra macchina top di gamma consente un risparmio fino al 60% rispetto ai classici sistemi di riscaldamento con pannelli a resistenza elettrica, mantenendo le stesse performance.

In primavera presenteremo una nuova macchina che offrirà la massima personalizzazione estetica e un sistema di domotica, che permetterà di gestire autonomamente la potenza dei pannelli in base alla quantità di persone presenti all’interno degli ambienti e all’energia necessaria per riscaldare le stanze.

La nostra rete agenti è presente in tutta Italia: al momento stiamo privilegiando il canale delle rivendite ITS e il mercato contract, quindi architetti e studi di progettazione.

Riuscire a lanciare un prodotto e confermarsi come brand nel mezzo di una pandemia è stata una grande sfida. Il 2020 è partito un po’ in retromarcia, ma abbiamo tutti gli strumenti e le competenze per continuare a crescere. Abbiamo la fortuna di avere un prodotto green, esteticamente bello, che migliora il modo di vivere la casa e che, sfruttando il riscaldamento per irraggiamento, non solleva aria e non trasporta nemmeno virus e batteri, cogliendo una delle sensibilità legate al momento storico che stiamo vivendo».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui