Speciale Isolamento: anche l’ospedale mette il cappotto

Ospedale-Madonna-del-Soccorso-San-Benedetto-del-Tronto

La recente situazione sanitaria ha mostrato i vulnus del sistema ospedaliero del nostro Paese, anche dal punto di vista delle strutture, spesso vetuste e inefficienti, soprattutto dal punto di vista energetico.

Conscia di questa realtà e sfruttando il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, la Regione Marche ha messo a punto un piano di intervento per l’efficientamento energetico di tre ospedali della regione (Pergola, Urbino e San Benedetto del Tronto) e di due residenze sanitarie assistenziali (Petritoli e Sant’Elpidio a Mare).

Tra gli interventi spicca quello dell’Ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), che ha richiesto un investimento di oltre 5,4 milioni di euro, coinvolgendo tutte le componenti del sistema edificio. Gli obiettivi di riduzione dei consumi energetici e dell’impatto ambientale della struttura sono stati particolarmente ambiziosi, con il salto di ben sette classi energetiche, dalla G alla A1, e la riduzione del 50% delle emissioni pari a circa 495 tonnellate di CO2.

Riqualificazione dell’Ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto 

Per la riqualificazione dell’Ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto, affidata Rekeep, gruppo internazionale e primo in Italia per l’integrated facility management, sono stati previsti interventi di isolamento delle pareti perimetrali con sistema a cappotto e facciata ventilata, isolamento delle coperture, sostituzione di infissi e isolamento dei cassonetti, installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria e l’installazione di un impianto fotovoltaico da 15 kWp.

Ospedale-Madonna-del-Soccorso-San-Benedetto-del-Tronto
La facciata ventilata è stata realizzata con la soluzione Alucovering Piana F di Aliva, con verniciatura a polvere di poliestere a tre colori

Inoltre, si è provveduto al rifacimento della centrale termica e sottocentrale idrica e delle unità di trattamento aria.

L’esecuzione di tutti questi interventi è stata realizzata attraverso la formula del partenariato pubblico-privato, secondo il modello Energy performance contract (Epc) per il quale gli investimenti sono pagati in funzione del livello ottenuto di miglioramento dell’efficienza energetica prefissato.

Sistema a cappotto e isolamento Stiferite

La maggior parte delle pareti della struttura ospedaliera di San Benedetto del Tronto è stata isolata dall’esterno con il sistema a cappotto Ivas TermoK8 Slim che si basa sull’impiego del pannello Stiferite Class SK, specifico per applicazioni in sistemi Etics.

Ospedale-Madonna-del-Soccorso-San-Benedetto-del-Tronto
Il sistema a cappotto Ivas TermoK 8 Slim

Oltre che per l’isolamento delle pareti continue, per le quali sono stati applicati spessori di 140 e 160 millimetri, altri pannelli Stiferite Class SK di spessore 20 e 30 millimetri sono stati utilizzati per l’isolamento delle spallette di porte e finestre e per la correzione dei ponti termici.

Per il prospetto angolato della struttura si è invece optato per un sistema di facciata ventilata, isolato mediante l’utilizzo dei pannelli Stiferite Fire B di spessore 140 millimetri. La particolare formulazione della schiuma polyiso e le caratteristiche del rivestimento di colore nero del pannello consentono di ottenere una prestazione di eccellenza per la reazione al fuoco, raggiungendo la classe B s1 d0.

Ospedale-Madonna-del-Soccorso-San-Benedetto-del-Tronto
Il sistema di facciata ventilata con l’impiego di pannelli Stiferite Fire B

Per l’isolamento degli oltre 7 mila metri quadrati di coperture piane è stato utilizzato un doppio strato di pannelli Stiferite GTC, specifici per l’impiego sotto membrane autoadesive, di spessore 100 millimetri. Il pannello assicura bassi valori di conducibilità termica stabile nel tempo, con λD pari a 0,022 W/mK. Lo strato applicato di 200 millimetri ottiene una trasmittanza termica U di soli 0,11 W/m2K, inferiore ai valori previsti dal disciplinare per le Passivhaus.

Ospedale-Madonna-del-Soccorso-San-Benedetto-del-Tronto
Per l’isolamento delle coperture piane è stato utilizzato un doppio strato di pannelli Stiferite GTC da 100 millimetri di spessore.

I pannelli sono stati ancorati alla struttura mediante schiuma poliuretanica Tytan Styro e il manto impermeabile è stato realizzato con la membrana bituminosa autoadesiva Sikabit, e successiva applicazione a spruzzo di poliurea, soluzione particolarmente indicata per coperture complesse e densamente occupate da macchinari e attrezzature, come quelle delle strutture sanitarie.

LA SCHEDA

Progetto: Riqualificazione energetica degli edifici e degli impianti dell’Ospedale Madonna del Soccorso a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno)
Committente: Azienda Sanitaria Unica Regionale Marche (A.S.U.R.)
Responsabile del procedimento: Ing. Rodolfo Cascioli (ASUR)
Ditta esecutrice e progettazione esecutiva: Rekeep Spa – Zola Predosa (BO)
Progettazione: Promedia Srl – Mosciano S. Angelo (TE)
Isolamento termico: sistema a cappotto Ivas TermoK8 Slim (12.300 mq); Stiferite Class SK, spessori 140 e 160 mm
Facciate ventilate: Stiferite Fire B, spessore 140 mm (3.200 mq)
Coperture: doppio strato Stiferite GTC, spessore 100 mm (7.200 mq)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui