Le richieste di Anie al nuovo governo

Giuliano Bussetto, presidente Anie
Giuliano Bussetto, presidente Anie

Anie, federazione che riunisce 1400 aziende imprese elettrotecniche ed elettroniche della Confindustria, si rivolge al nuovo governo e rilancia le proprie proposte. Ecco l’elenco di temi sollecitato da Anie:

•La Digitalizzazione delle Infrastrutture di Rete: velocità e sicurezza per lo scambio e la trasmissione, sicura, delle informazioni.

•Dare continuità allo sviluppo del settore manifatturiero attraverso il sostegno alle Tecnologie 4.0, perché occorre spingere sull’Industria come fattore determinante della competitività del Paese e traino di tutti i comparti.

•Raggiungere gli Obiettivi di sostenibilità del Piano Nazionale Clima ed Energia, dando concretezza alle misure necessarie e attuative.

•La Digitalizzazione degli Edifici, mettendo in pratica la proposta Anie Building 4.0 di misure efficaci per l’evoluzione tecnologica degli stessi e la loro efficienza.

•Una Mobilità integrata e verde, grazie ad un piano completo di investimenti nelle infrastrutture accompagnato alle iniziative sui trasporti intelligenti e sostenibili.

•Proseguire con il decreto Sblocca Cantieri al fine di dare nuova linfa a un settore strategico per la crescita del Sistema Paese.

Secondo Anie, la premessa indispensabile e il fattore determinante per l’attuazione di questi progetti è la necessità di fare sistema sul tema della formazione. Il processo evolutivo in atto, sempre secondo l’associazione, porterà tra qualche anno ad avere lavori molto diversi rispetto a quelli che conosciamo e che in alcuni casi non riusciamo ancora ad immaginare. Il capitale umano rappresenta un investimento imprescindibile da valorizzare per le sue competenze e conoscenze tecnologiche.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui