Dal Friuli alla Tour Eiffel, inarrestabile Zanutta

Vincenzo Zanutta
Vincenzo Zanutta

Con la nuova sede a Cervignano del Friuli fanno 23. Ma Zanutta, grande gruppo della distribuzione che spazia dal materiale per l’edilizia all’arredo, ha in progetto un salto ancora più ampio rispetto al suo luogo di nascita, Carlino, in provincia di Udine: l’azienda, infatti, programma l’apertura di una filiale a Parigi.  

Nel frattempo, però, Vincenzo Zanutta, amministratore delegato del gruppo che impiega 350 dipendenti e ha registrato un fatturato salito a circa 80 milioni nel 2016, è impegnato nell’avviamento del nuovo punto vendita, inaugurato nei primi giorni di giugno. Lo spazio è organizzato su mille metri quadrati di salone espositivo, dove si trova un’area dedicata alle cucine, con i prodotti Scavolini, bagni, ceramiche, idraulica, ma dove sono disponibili anche le soluzioni per edilizia, ferramenta o arredo giardino. L’investimento è di circa 1,5 milioni e serve anche a dare lavoro a una ventina di addetti. Insomma, un’iniziativa in controtendenza se si considera la lunga crisi dell’edilizia e la difficoltà di molte rivendite di materiali edili, come hanno testimoniato durante l’inaugurazione il presidente di Ance Friuli, Andrea Comar, l’assessore regionale alle Infrastrutture, Maria Grazia Santoro, e il vicepresidente della Provincia di Udine, Franco Mattiussi. 

Inaugurazione della sede di Cervignano della Zanutta
Inaugurazione della sede di Cervignano della Zanutta

 

Proprio per questo Zanutta ha puntato le carte su innovazione, arredo, e su quello che è un segmento in crescita, cioè la ristrutturazione dell’esistente. Ma non solo. La scelta di puntare anche sulle cucine segna un salto di qualità: non a caso all’inaugurazione del punto vendita è stato chiamato per uno showcooking uno degli chef più popolari, Carlo Cracco, ambasciatore della Scavolini oltre che giudice in televisione di Masterchef. «Una partnership che ci apre al segmento delle cucine, in linea con le strategie intraprese in questi anni per reagire alla crisi del mercato delle costruzioni», ha spiegato Zanutta. «Purtroppo il nostro settore non naviga ancora in un mare tranquillo, ma noi abbiamo scelto la strada dell’investimento e della diversificazione per rispondere a un mercato ormai sempre più trainato dalle ristrutturazioni». 

Vincenzo Zanutta
Vincenzo Zanutta

Un altro salto di qualità, Zanutta l’ha compiuto invece con l’acquisizione dell’ex Godeassi Edilizia, circa un anno fa, che ha permesso al gruppo della distribuzione di essere ancora più presente nell’area della Bassa Friulana, dove è già presente a Muzzana del Turgnano, oltre che nella sede originaria di Carlino e a Pocenia. Ma ora il gruppo vuole aprire le porte della Francia.

La sede della Zanutta a Cervignano
La sede della Zanutta a Cervignano
Carlo Cracco
Carlo Cracco in azione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui