Un edificio alto 1,6 km. Pazzesco? No, è The Mile

The Mila

Il committente ancora non è noto, ma se il progetto dovesse concretizzarsi, la torre panoramica disegnata dallo studio Carlo Ratti Associati potrebbe diventare l’edificio più alto del mondo. Doppiando in altezza Burj Khalifa, con i suoi 1.609 metri e superare The Bride. Un parco verticale, che l’architetto professore all’Mit descrive come una versione del Central Park di New York posizionata in altezza e arrotolata su se stessa. The Mile non è stato pensato per essere abitato, ma come attrazione turistica, del genere Torre Eiffel o London Eye: infatti, sulla carta è coperto da vegetazione, popolato da animali e sul tetto ha una piattaforma di osservazione a cui si accede trasportati lentamente da futuristiche capsule che si muovono a spirale intorno all’albero strutturale, piuttosto che da un ascensore interno.

The Mila
The Mile

L’idea è quella di costruire un parco sulla sommità e di avere dalla base all’apice un ecosistema per ospitare centinaia di specie. Il modello di business è quello del Burj Khalifa, con l’ingresso a pagamento al belvedere del 124esimo piano. Certo, anche per The Mile non mancherebbero visitatori temerari e desiderosi di ammirare da un’altezza sulla traiettoria degli aeroplani, la vista di un luogo non ancora definito, sebbene circoli la voce cha siano parecchie le città in lizza per ospitare il super grattacielo. La struttura, realizzata con materiali leggeri, si basa su una sorta di grande pilastro largo 20 metri, mantenuto in posizione da una rete di funi tesate, come l’albero di una barca a vela. In cima una copertura dalla forma circolare, un disco che potrebbe diventare una piattaforma di osservazione, ma non l’unica. Sviluppato dallo studio Cra, dalla società tedesca di ingegneria strutturale Schlaich Bergermann Partner e dallo studio digitale britannico Atmos, sul concetto per cui la forma architettonica e l’equilibrio spaziale si fondono per diventare una cosa unica: un modo per ottimizzare i materiali spiegano i progettisti, e per rendere comprensibili ai visitatori forme strutturali e i carichi.The-Mile1

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui