A Torino il grattacielo più bello (e sostenibile)

Il Grattacielo Intesa San Paolo a Torino

Le case più belle del mondo si trovano a Torino. Il premio Building Of the Year del 2016 dall’Archdaily, il sito di architettura più visitato al mondo, è andato al grattacielo Intesa San Paolo progettato da Renzo Piano. E lo scorso anno aveva vinto, sempre a Torino, l’edificio di via Alfieri 6, l’ex Palazzo Valperga Galleani  che aveva vinto nella categoria Ristrutturazione. Quest’anno il premio riguarda la categoria uffici e a meritarlo è stata la sede di Banca Intesa Sanpaolo, grattacielo di vetrocemento costruito però con principi di sostenibilità. Contiene una serra biodinamica con alberi d’alto fusto e specie vegetali della macchia mediterranea, un ristorante superpanoramico in cima, e un asilo al piano terra. Inoltre, le facciate Est e Ovest sono ventilate: sono rivestite con un sistema di lamelle mobili, che garantiscono ventilazione in estate e isolamento termico in inverno. La facciata Sud è, invece, coperta da un campo fotovoltaico di circa 1600 metri quadri. Sullo stesso lato c’è un «giardino d’inverno» con piante rampicanti, che consente di filtrare e modulare la luce proveniente dall’esterno. Infine, l’impianto di climatizzazione sfrutta l’energia di scambio termico con l’acqua di falda senza emissioni nocive per l’atmosfera.

Il Grattacielo Intesa San Paolo a Torino
Il Grattacielo Intesa San Paolo a Torino

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui