Gruppi e Consorzi – Mec: un servizio ad hoc per i bonus

mecstore

2020 in crescita per il consorzio Mec che chiude l’anno con l’ingresso di un pacchetto di sei nuovi associati nell’area di Trento, portando il numero di aderenti da 42 a 48 rivenditori. Tra le novità anche un sito web, che permette ai soci di servire più da vicino il mercato, e un servizio di consulenza e gestione pratiche inerenti i bonus Casa, in collaborazione con uno studio professionale

Intervista a Lorenzo Flebus, presidente Mec

Come è andato il vostro consorzio nel 2020 in termini di fatturato?
In crescita.

Nel corso del 2020 ci sono state iniziative particolari che hanno interessato il vostro gruppo?
A fine 2020 si è concretizzato l’ingresso di sei nuovi soci dell’area di Trento all’interno del gruppo Mec.

Nel corso del 2020 avete aggiunto nuovi prodotti e/o servizi?
Abbiamo migliorato la logistica, il marketing e i servizi ai soci.

La pandemia ha impattato sulla vostra organizzazione?
Sì, la pandemia ha richiesto una maggiore attenzione in merito alla presenza sul web delle aziende.

Come sta andando il 2021 e quali sono le vostre aspettative a fine anno?
Il 2021 finora è positivo.

Qual è l’obiettivo più importante che vi siete dati per quest’anno?
Continuare a investire sul format che da anni ha permesso ai soci del gruppo di crescere.

Avete in programma nuovi progetti e/o investimenti a breve-medio termine?
Abbiamo avviato il nuovo sito web che permetterà ai soci di servire il mercato sempre più nel dettaglio.

Un tema di forte attualità è la carenza delle materie prime e il rincaro dei prezzi: come state affrontando questa situazione a livello di consorzio?
Informando puntualmente il mercato sulle novità. Inoltre la piattaforma centrale fa sempre più da polmone per alcune referenze che oggi riscontrano un’elevata domanda.

Un altro tema caldo sono i bonus fiscali e il superbonus 110%: il vostro network come si è attrezzato nei confronti degli associati?
Abbiamo messo a disposizione nel 2020 uno studio professionale che, oltre alle consulenze del caso, gestisce tutte le pratiche necessarie per l’espletamento burocratico del 110% e altri bonus casa.

La pandemia ha dato ancora maggiore impulso all’ecommerce: siete organizzati in questo senso?
Sì, facciamo e-commerce.

Rispetto allo scorso anno quali sono i tre settori merceologici che stanno crescendo di più e quali i tre in calo?
Sale la domanda di cappotti e isolanti in genere. Tiene bene il comparto dei sistemi a secco. Non riscontriamo comparti in calo.

Perché una rivendita dovrebbe scegliere di entrare nel vostro consorzio?
Per il know how nel settore dell’edilizia e per la strategia di vendita sul territorio. Inoltre abbiamo una piattaforma centralizzata con migliaia di articoli al servizio dei soci, offriamo un regolare servizio di consegna a domicilio e disponiamo di un sistema di gestione completamente informatizzato.

Dal punto di vista dei servizi agli associati, quali sono i vostri principali punti di forza?
Acquisti, logistica e marketing.

Quali iniziative di marketing e/o comunicazione avete messo in atto per il 2021?
Abbiamo avviato un nuovo sito web, investito sui canali social e e sulla brand awareness.

A livello di formazione, avete sfruttato gli strumenti digitali per attività di aggiornamento agli associati?
Sì, esiste un canale dedicato alla formazione in videoconferenza.

Quante ore di formazione dedicate all’anno agli associati?
Circa 40 ore all’anno.

Quali sono i corsi che riscuotono più interesse?
Quelli di aggiornamento tecnico sui prodotti e i corsi di vendita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui