Ceramiche Piemme punta sugli Usa

Andrea Bacchini, presidente Ceramiche Piemme Usa
Andrea Bacchini, presidente Ceramiche Piemme Usa

Un investimento sulla ripresa post covid negli Stati Uniti. Ceramiche Piemme lancia la branch Usa con sede a New York e polo logistico a Chicago, nel cuore del Midwest, investe sul mercato degli Stati Uniti. “Già oggi il mercato Usa vale il 14% delle nostre esportazioni, un dato superiore di qualche punto alla media italiana”, spiega Andrea Bacchini Bacchini,  presidente della nuova realtà statunitense. “In questa delicata fase di ripresa, nonostante i rincari che stanno penalizzando il nostro settore, ci conforta il crescente interesse per la qualità delle piastrelle Made in Italy unita ai segnali positivi che arrivano dall’edilizia americana”.
Dopo il calo registrato in primavera, il settore edile Usa è infatti in forte ripresa e con sostanziosi investimenti nelle costruzioni. La nuova controllata americana consentirà all’azienda di Fiorano Modenese di partecipare più attivamente allo sviluppo di grandi progetti rafforzando la presenza nel mercato del remodelling residenziale, con un supporto completo ai partner commerciali dell’azienda.

Pavimento con ceramiche della linea Evoluta
Pavimento con ceramiche della linea Evoluta

Ceramiche Piemme può contare in questo senso su uno stock locale di prodotti particolarmente innovativi, come Evoluta: prima linea di piastrelle in grès nata da un processo industriale di stampa digitale (Synchro Digit Piemme) che richiama alla perfezione i dettagli dei materiali naturali. In catalogo anche Glitch, nata dalla collaborazione con lo studio londinese Benoy, oltre all’innovativa Materia e a Venetian Marble, collezione che abbina le prestazioni tecniche del grès porcellanato di ultima generazione all’estetica del terrazzo alla veneziana.
Si tratta anche di un’importante conferma del percorso evolutivo che nell’ultimo anno ha visto la ridefinizione della governance e del riassetto produttivo; oltre a un nuovo piano industriale che nel quinquennio 2021/2025 prevede diversi investimenti, dall’innovazione di processo e di prodotto al potenziamento della rete commerciale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui