Fabio Carretti, Fibrotubi: tetto a prova di condensa con il Sottocoppo Metallico Coibentato

fabio-carretti-fibrotubi

Il mondo delle coperture metalliche da oggi è ancora più evoluto grazie alla novità firmata Fibrotubi, azienda specializzata in prodotti per l’edilizia civile e industriale come lastre e pannelli per tetti, controtelai e sistemi fumari. L’impresa di Bagnolo in Piano (Reggio Emilia) ha messo a punto, infatti, la versione coibentata del Sistema Sottocoppo Metallico, un’evoluzione che unisce i vantaggi dello strato isolante alla lastra grecata completa di correntini per l’ancoraggio dei coppi.

sottocoppo-metallico-coibentato-fibrotubi

Grazie a uno strato di circa 13 millimetri di poliuretano espanso inserito sotto la lastra, il nuovo Sottocoppo Metallico Coibentato presenta caratteristiche migliorate, rendendo la copertura leggera, impermeabile, pedonabile, anche con pendenze fino al 15%. Come spiega Fabio Carretti, area manager per il Centro-Sud Italia di Fibrotubi.

L’intervista a Fibrotubi e tanti altri articoli sono su YouTrade di marzo: ricevi la tua copia

fabio-carretti-fibrotubiDomanda. Quando avete presentato questa novità di prodotto?
Risposta. Il nuovo Sottocoppo Metallico Coibentato è stato presentato a fine 2019.

D. Quali sono i plus rispetto alla versione precedente?
R. Grazie allo strato coibente, la lastra diventa più rigida consentendo una maggiore semplicità di movimentazione e montaggio. Il plus principale però è quello di eliminare completamente l’effetto condensa all’intradosso della lastra, un problema classico delle lastre metalliche nude. In questo caso, anche in presenza di coperture non ventilate, non si crea nessun tipo di problema.

D. Esistono prodotti simili sul mercato?
R. Ci sono solamente due varianti sul mercato alla lastra sottocoppo, ma in entrambi i casi si tratta di prodotti tecnicamente secondari se consideriamo la tenuta meccanica e l’ermeticità all’acqua. Sto parlando delle lastre in fibrocemento, che anche noi produciamo
dagli anni Sessanta, e della variante conosciuta come Ondulina in cartone bitumato. Con il Sottocoppo Metallico, inoltre, è possibile dare un vestito in laterizio alla copertura, andando anche a bassa pendenza. Normalmente i coppi hanno infatti bisogno di una pendenza di almeno il 30% per garantire la tenuta all’acqua della copertura. Con il Sottocoppo Metallico, invece, l’acqua può scendere tranquillamente anche con una pendenza del 15-12% poiché il coppo non è più un elemento funzionale, ma un rivestimento estetico.

sottocoppo-metallico-coibentato-fibrotubi

 

Leggi anche: Sistema Tetto: ecco perché investire sulla qualità

D. Quindi il Sistema Sottocoppo Metallico e la sua versione coibentata coesisteranno?
R. Sì, i due prodotti non sono in alternativa l’uno all’altro, ma vanno in parallelo.

D. La lastra è disponibile nel colore rosso coppo. Esistono altre varianti?
R. No, è una scelta che abbiamo intrapreso proprio grazie alle esperienze dei nostri clienti installatori. Sopra ogni lastra grecata, i coppi rimangono distanziati di 1-2 centimetri, l’unico punto in cui si vede il colore della lastra metallica. Come ci hanno fatto notare i nostri clienti, nel giro di qualche mese, a causa dell’accumulo dei detriti, della polvere e dello sporco, questa parte diventa scura. Quindi a livello di colore non ci sarebbero differenze sostanziali, perché diverrebbero tutte grigie nel giro di poco tempo.

sottocoppo-metallico-coibentato-fibrotubi
Il profilo metallico sagomato installato sulla greca alta delle lastre è un’innovazione brevettata Fibrotubi

D. Ci sono altri particolari tecnici da conoscere?
R. Sì, a prima vista il Sottocoppo Metallico Fibrotubi sembra una normale lastra metallica tradizionale. In realtà la vernice superficiale che viene a contatto con il coppo ha una speciale formula anticorrosiva, capace di resistere ai sali dilavati dai laterizi con l’acqua piovana. Sali che a lungo termine potrebbero intaccare la vernice e il metallo sottostante, rendendo la copertura meno durevole.

D. Qual è la durata di queste lastre?
R. La garanzia di durata è quella di legge, non diversa dalle altre lastre che produciamo. Tuttavia, alla luce della nostra esperienza trentennale possiamo affermare che una lastra metallica correttamente installata dopo 20 anni non mostra neanche un punto di ruggine. Molto importante però è la modalità di posa, che se non effettuata allo stato dell’arte, può creare qualche problema.

D. Quali sono gli accorgimenti per la posa?
R. I professionisti delle coperture metalliche sanno perfettamente che il metallo, fintanto che è protetto dalla zincatura sotto la vernice, è pressoché inattaccabile. Però nel momento in cui si effettuano lavorazioni come perforazioni o tagli, si creano dei punti di ferro nudo che, se lasciati scoperti, a contatto con l’acqua possono formare velocemente ruggine. Quindi, il ferro nudo deve sempre essere protetto dalle lattonerie. Ma, ancora più importante, il truciolo che si forma con la lavorazione del metallo deve essere sempre lavato via. Alla fine del montaggio la copertura deve essere sempre lavata e spazzata con la scopa, al fine di eliminare tutti i residui metallici che, se lasciati qualche giorno in presenza di umidità, possono formare ruggine.

sottocoppo-metallico-coibentato-fibrotubi
Fissaggio su metallo
sottocoppo-metallico-coibentato-fibrotubi
Fissaggio su legno

D. Gli installatori sono tutti al passo con queste informazioni?
R. Gli installatori specializzati in coperture metalliche sanno perfettamente tutto ciò, anzi sono proprio loro i nostri primi insegnanti. Per gli altri operatori siamo costantemente in prima linea per offrire il nostro supporto sul campo. Oltre a occuparci della parte commerciale e tecnica, seguiamo costantemente i lavori in opera, soprattutto nelle fasi iniziali di posa, affinché l’installazione sia eseguita a regola d’arte.

D. Ci sono già stati ordini e referenze per il Sottocoppo Metallico Coibentato?
R. Sì, qualche lavoro è già stato fatto, nonostante sia un prodotto nuovissimo. Anche perché è un materiale che mostra tutto il suo potenziale soprattutto sulle coperture medio piccole che, nella nostra percezione, rappresentano l’80% del mercato della ristrutturazione. Inoltre, questo prodotto è perfetto per il rivenditore edile, che può tenerlo in magazzino in moduli standard e, in base alle richieste, creare qualsiasi tipo di lunghezza e superficie andando semplicemente a sormontare le lastre. Qualora non avesse disponibilità di tutti i pezzi necessari, li può ricevere in pochi giorni, poiché li abbiamo tutti in stock in azienda.

sottocoppo-metallico-coibentato-fibrotubi
Installazione con ganci

D. Come stanno rispondendo i rivenditori a questo tipo di soluzioni?
R. I rivenditori comprendono molto bene la qualità e le prestazioni tecniche del nostro Sottocoppo Metallico, ma hanno qualche difficoltà a diventare promotori delle novità. Diversamente dai progettisti e dagli installatori, che capiscono subito le qualità tecniche e la velocità di posa, oltre al risparmio in termini di tempo e di manutenzione futura, i rivenditori tendono ad arenarsi sul prezzo.

D. Come pensate di presentare il prodotto in rivendita?
R. Abbiamo un furgone espositivo che stiamo già utilizzando nelle fiere locali per promuovere il Sottocoppo Metallico presso gli utenti finali, che indirizziamo poi alle rivendite. Questo furgone sarà poi a disposizione durante gli eventi all’interno delle rivendite. Abbiamo in programma una serie di iniziative frazionate durante la primavera con i nostri clienti fidelizzati.

D. Offrite anche supporto tecnico?
R. Tutto il materiale tecnico è sul nostro sito www.fibrotubi.it, anche se si tratta di un prodotto abbastanza semplice, ogni lastra è già predisposta per il sormonto. Il nostro ufficio tecnico è comunque a disposizione nel caso in cui al rivenditore occorra sviluppare una copertura e capire quali e quante lastre acquistare.

sottocoppo-metallico-coibentato-fibrotubi

D. Parliamo in generale del mercato delle coperture metalliche: come sta andando?
R. Sia in termini di volumi che di fatturato, c’è stato un incremento. La sensazione è che il metallo stia andando a intaccare sempre di più le quote di mercato delle coperture tradizionali in laterizio, che tendono ad avere qualche limite sotto l’aspetto tecnico. Soprattutto se consideriamo che il clima si sta tropicalizzando sempre più, con frequenti scrosci d’acqua improvvisi, piogge di stravento e rovesci molto forti, tutte situazioni che stressano molto le coperture. Per questo il mercato tende ultimamente a favorire le coperture metalliche, sia come lastre finite sia come sottocoppi metallici, caratterizzate da prestazioni che rispondono meglio a queste situazioni. In più si tratta di sistemi più leggeri, veloci facili da installare, caratteristiche che rispondono meglio al mercato della ristrutturazione.

sottocoppo-metallico-coibentato-fibrotubi
Sottocoppo Metallico posa in opera

Sottocoppo Metallico Coibentato: come funziona

Più leggera rispetto ai classici sottocoppi, la lastra metallica grecata Sottocoppo Metallico di Fibrotubi è sistema completo di correntino metallico sagomato che permette il facile e stabile ancoraggio di coppi tradizionali. Grazie alla possibilità di installare lastre a tutta lunghezza, i tempi di posa vengono radicalmente ridotti e viene garantita un’assoluta impermeabilità del manto di copertura. Il sistema è impermeabile anche a bassa pendenza (minimo 15%), pedonabile e resistente senza rischi di rottura. Nella versione coibentata, la presenza di uno strato di poliuretano di 13 mm all’intradosso riduce la trasmissione del calore della lastra all’interno, incrementando e potenziando le prestazioni dell’isolante. Inoltre, riduce l’effetto condensa, il rumore e ammette carichi più elevati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui