Unicmi in campo per il Marchio Posa Qualità Serramenti

Serramentisti

“Qualificazione si fa con un Marchio di Qualità serio, rigoroso, verificato, garantito per la terzietà e per il riconoscimento e la promozione di tutte le associazioni di settore. E il Marchio Posa Qualità Serramenti è tutto questo e sta iniziando a distinguere i migliori costruttori italiani di serramenti di tutti i materiali, offrendo, finalmente, ai consumatori italiani uno strumento tangibile per distinguere le migliori aziende con una garanzia assicurativa post vendita sul prodotto installato fino a 10 anni.” Lo ha detto, in occasione dell’assemblea generale di Unicmi intitolata Formazione, Qualificazione, Integrazione, il presidente Guido Faré.

Non solo: “In questi giorni a completamento e integrazione del progetto Marchio Posa Qualità, Unicmi e EdilegnoArredo hanno condiviso il progetto, affidato al Consorzio Legno Legno, per la creazione di una associazione professionale che, a valle del Marchio Posa, la cui formazione è già conforme alla norma, qualifichi anche direttamente il personale in applicazione della UNI 11673/2”, ha aggiunto Faré. Il progetto è già stato portato all’attenzione anche delle altre associazioni che oggi appoggiano il Marchio con l’auspicio che decidano di fare altrettanto. “Questo non solo per agevolare lo sviluppo di vere e proprie competenze verticali in materia valorizzando così anche il capitale umano presente nelle nostre imprese, ma anche per evitare che il mercato ridiventi preda dei numerosi millantatori di formazione e di qualificazione che troppo spesso hanno fatto profitto a spese della sana e legittima aspirazione alla Qualità del nostro sistema industriale”, ha precisato il presidente di Unicmi.

L’Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche dell’Involucro e dei serramenti registra però come, a seguito della pubblicazione delle norme Uni 11673/2 e /3 si stiano manifestando sul mercato una serie di comunicazioni solo parzialmente corrette e potenzialmente fuorvianti. In particolare, la Uni 11673/3 è considerata elemento caratterizzante le attività di formazione per gli installatori, “cioè riporta espressamente tempi e contenuti dei corsi, specificando i requisiti minimi delle Organizzazioni che erogano le attività formative. Queste indicazioni sono completamente recepite nell’ambito dei percorsi previsti dal Marchio Posa Qualità”.

La Uni 11673/2 identifica invece i percorsi previsti per le successive attività di qualificazione e/o certificazione degli installatori di serramenti, dando di fatto attuazione alla L. 4/2013 in materia di professioni non organizzate.

Unicmi sottolinea anche che la L. 4/2013, agli articoli 7 e 9, identifica in modo puntuale i percorsi di qualificazione e certificazione dei professionisti e ne descrive le caratteristiche:

• Il sistema di attestazione della qualità del servizio erogato, in carico alle Associazioni previste dalla L. 4/2013 sulla base anche delle indicazioni del ministero dello Sviluppo Economico.

• Il sistema di certificazione delle competenze, di responsabilità degli organismi di certificazione accreditati Accredia, sulla base di schemi di certificazione accreditati, anche in relazione ai requisiti della UNI 11673/2

Ma, allo stato attuale, non esiste una associazione riconosciuta dal Mise già operativa in materia di attestazione della qualità del servizio erogato e della competenza degli installatori di serramenti. L’obiettivo di Unicmi è arrivare in tempi stretti alla costituzione di questo soggetto. Inoltre, pur esistendo un buon numero di organismi di certificazione accreditati, a oggi Accredia non ha accreditato alcun schema di certificazione specifico per i posatori di serramenti e in relazione a Uni 11673/2. Sappiamo che diversi organismi si sono attivati in questo senso, ma occorre attendere il termine dell’iter di accreditamento per avere certezza di ottenere certificazioni di competenze conformi a UNI 11673/3 e accreditati Accredia. Senza tale certezza, le certificazioni non sono da ritenersi accreditate e quindi non sono conformi a L. 4/2013.

Infine, l’Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche dell’Involucro e dei serramenti specifica che il regolamento per il conseguimento del marchio Posa Qualità è e sarà mantenuto conforme alle vigenti norme, considerando le prescrizioni previste anche da L. 4/2013.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui