Pensare in grande a Biella: l’avanzata di Edilnol

Antonio Trada, al centro
Antonio Trada, al centro

L’esperienza di quattro generazioni e un’avventura commerciale che affonda le sue radici agli albori del secolo scorso. Una dote che ha permesso a Edilnol, storica rivendita piemontese con sede a Vigliano Biellese (Biella), di diventare una delle realtà distributive più importanti del Nord Italia con un punto vendita da 70 mila metri quadri di estensione, 500 mezzi professionali, un centro di lavorazione per il ferro e il legno, e diversi showroom dedicati a ceramiche, arredo bagno, porte e serramenti, riscaldamento e pellet. Alle sale mostre si è aggiunto quest’anno un nuovo showroom di ulteriori 2 mila metri quadri destinati a cucine, arredamento e complementi. «Siamo una delle poche realtà del territorio in grado di offrire al cliente una soluzione a 360 gradi», spiega il direttore operativo Andrea Pirali, che YouTrade ha incontrato insieme all’amministratore delegato Antonio Trada, a cui si devono alcune intuizioni commerciali che hanno portato la società a diventare un punto di riferimento nella vendita e nel noleggio di prodotti per la casa e per l’edilizia.

L'area noleggio di Edilnol
L’area noleggio di Edilnol

Domanda. Nel vostro showroom c’è tutto ciò che riguarda la casa, dalle cucine all’arredobagno, dai rivestimenti ai complementi d’arredo. A che cosa avete dato più spazio?

Andrea Pirali. Lo showroom è stato creato nel 2016 con uno spazio dedicato a porte, serramenti e rivestimenti. Una volta costruiti o ristrutturati gli ambienti della casa, c’è anche la necessità di arredarli. Abbiamo così deciso di dare al cliente un’offerta a 360 gradi, introducendo in negozio proposte di arredobagno, cucine, soggiorni e camere da letto. Quest’anno abbiamo ampliato con una nuova esposizione di 2 mila metri quadri, spingendo con forza soprattutto sul mondo delle cucine. Ci siamo resi conto che è un settore in gran fermento, molto redditizio e dove c’è mercato. Era doveroso essere presenti.

Il testo completo dell’intervista sul prossimo numero di YouTrade

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui