Start-up boom, ma non per il settore immobiliare

La mappa delle start-up
La mappa delle start-up

Viking (gruppo Office Depot) fornisce servizi alle piccole imprese. Ovvio che l’azienda sia interessata alle start-up, cioè piccole imprese ai primi passi. Viking Italia ha così condotto una ricerca sul tema, consultando il database del Registro delle Imprese. Risultato: in Italia al momento della ricerca c’erano 10.164 start up registrate. Lombardia, Lazio e Emilia-Romagna risultano le tre regioni più innovative d’Italia. Il settore del software e It è quello in cui le start up puntano di più (3.424 start up), seguito da ricerca e sviluppo (1.355) e servizi d’informazione (921). Il settore in cui si innova di meno in Italia è quello dell’alloggio, con solo 15 start up, mentre si contano solo 23 start up incentrate sull’arte e l’intrattenimento. Il profitto è limitato, 4.228 start up su 10.164 dichiarano un capitale tra i 5 mila e i 10 mila euro, e solo 2.179 start up si collocano tra i 10 mila e i 50 mila. Ancora: i Ceo e fondatori sono per lo più uomini, mentre solo il 4.4% delle start up ha un Ceo donna. L’8% ha un Ceo giovane e l’1.2% ha un manager straniero. Solo il 25% delle start up ha direttori plurilaureati. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui