Gli italiani non amano abbastanza il bagno

Un bagno esposto al Cersaie
Un bagno esposto al Cersaie

Gli italiani stanno meno in bagno. Non perché le attività nel luogo più privato della casa siano diventate più frettolose, ma perché, forse, si sono un po’ disaffezionati a quella stanza. Lo indica l’analisi di Instapro (portale per l’incontro di domanda e offerta tra professionisti e proprietari di casa), che indica un calo delle richieste di ristrutturazione per il bagno: 18%. La Francia, per esempio, arriva al 38% e l’Olanda al 65%. Nasce così il concorso Bagno da Incubo, competizione gratuita ideata in collaborazione con Iperceramica che consente a chiunque di caricare la foto di se e del proprio bagno da rifare candidandosi così per il premio finale, una ristrutturazione da 6 mila euro.

Il 40% delle richieste di ristrutturazione, su case e appartamenti in media di 95 metri quadri, indica l’analisi, non include il bagno. In Olanda, invece, le percentuali di ristrutturazione casa che includono anche lavori sul bagno sono dell’80%, mentre le richieste di intervento specifiche sul bagno sono il 65% del totale. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui