Impianti idraulici, Sfa acquista Zehnder Pumpen

Rino Ferreri, AD di SFA Italia
Rino Ferreri, AD di SFA Italia

Sfa, multinazionale francese con sede a Parigi e con filiale italiana a Siziano (Pavia) ha acquisito Zehnder Pumpen, azienda tedesca specializzata nella produzione di sistemi di pompaggio ad alto tasso tecnologico. 

Obiettivo: rafforzare la propria posizione nel mercato globale per il settore sanitario, ampliando il proprio portfolio di prodotti. Sfa è presente nel mercato delle soluzioni per il bagno con due divisioni: quella tecnica, con pompe e trituratori della linea Sanitrit e Watermatic, e quella estetica con il marchio Grandform. L’acquisizione di Zehnder Pumpen permette l’ampliamento delle proposte nel settore degli impianti sanitari. L’azienda tedesca rimane, però, un’entità giuridica separata con un proprio marchio, anche se interamente controllata dai francesi. 

Sin dalla sua fondazione nel 1976, Zehnder Pumpen si è distinta nel mercato per l’alto tasso innovativo dei sistemi di pompaggio per case, giardini, industrie e acque reflue. Che si tratti di pompe sommergibili, pompe da giardino, stazioni di sollevamento per acque reflue, pompe a pressione elettroniche o sistemi idrici domestici, ogni sistema di pompaggio prodotto è fornito a grossisti sanitari, negozi specializzati in pompe e installatori in un pacchetto compatto e completo che include tutti gli accessori. 

“Questa importante acquisizione permette di consolidare la nostra leadership all’interno del mercato delle soluzioni per il bagno”, spiega Rino Ferreri, amministratore delegato di Sfa Italia. “Oltre alla nostra divisione propriamente di design, rappresentata dal marchio Grandform, con Sanitrit seguiamo da sempre la missione di permettere a tutti di installare facilmente sanitari, bagni, cucine dovunque e senza impegnativi lavori di muratura. Con l’entrata nel nostro Gruppo di Zehnder Pumpen, abbiamo la possibilità di allargare la nostra gamma prodotti e di proporre ancora più soluzioni, ad alto tasso tecnologico, per la gestione sia delle acque chiare che scure”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui