Bosch Termotecnica boom con i dispositivi collegati al web

Scaldabagno Bosch con accensione elettronica
Scaldabagno Bosch con accensione elettronica

Vanno a gonfie vele gli affari del settore termotecnico, anche grazie al boom dei sistemi 4.0. Gli scettici sulla nuova tecnologia sono serviti. Lo testimonia il bilancio di Bosch. La divisione del colosso tedesco, infatti, ha riportato un fatturato di 3,3 miliardi di euro nel 2016. E questo senza contare gli effetti valutari negativi per 105 milioni di euro, dovuti principalmente dalla sterlina britannica, che hanno inciso pesantemente sul fatturato del 2016. Per Bosch Termotecnica, al netto degli effetti valutari, il fatturato è cresciuto del 3,1% rispetto all’anno precedente. Dall’inizio del 2015, la divisione ha fatto registrare una crescita complessiva dell’8%. «Nonostante la crescita globale debole e la congiuntura sfavorevole, nel 2016 abbiamo raggiunto i nostri obiettivi in termini di ricavi e siamo stati in grado di incrementare la nostra presenza in mercati importanti come: Germania, Regno Unito, America Latina, USA, Svizzera, Italia, Belgio, Russia, Turchia e Africa», è il commento di Uwe Glock, Cep della divisione Bosch Termotecnica. 

Tra i driver della domanda c’è l’aumento per impianti termotecnici compatibili con il web. «Oltre 265mila prodotti collegabili in rete venduti sino a oggi rendono Bosch Termotecnica il fornitore leader per le soluzioni di riscaldamento intelligente. Queste soluzioni offrono comodità, efficienza energetica, sicurezza operativa e qualità del servizio superiori», ha sottolineato Glock. «La generazione di prodotti lanciata nel 2015 ha avuto grande successo sul mercato ed è già disponibile in 29 Paesi. Intendiamo far perseguire questo successo». Bosch Termotecnica conta ovviamente di continuare su questa strada e presenterà altri prodotti di questa generazione all’ISH Energy 2017.

Industria 4.0

Anche nel settore della termotecnica gli acquirenti esprimono una forte preferenza per i prodotti e i servizi collegati in rete. «Bosch Termotecnica offre strumenti intelligenti che semplificano tutti i processi di lavoro. Questo permette agli installatori di focalizzarsi sul proprio core business per offrire ai clienti finali il miglior servizio possibile», ha aggiunto Thomas Bauer, membro del board di Bosch Termotecnica, riassumendo il significato delle soluzioni digitali proposte dall’azienda. 

I siti web più avanzati come www.cambioriscaldamento.it aiutano i partner commerciali ad aggiudicarsi nuovi clienti e ad agevolare la preparazione dei preventivi. Tutto quello che i clienti finali interessati devono fare è inserire pochi dettagli sulla propria abitazione e richiedere un preventivo per un nuovo sistema di riscaldamento. L’operazione dura in tutto un paio di minuti. Bosch Termotecnica invierà le informazioni ricevute dal cliente finale a un installatore termotecnico qualificato, che contatterà il cliente finale entro 24 ore e provvederà a preparare un preventivo personalizzato in modo tempestivo. Quindi, gli installatori riceveranno richieste digitali da clienti potenziali senza dover compiere particolari sforzi. I clienti finali, invece, verranno contattati soltanto da installatori termotecnici veramente esperti e qualificati. 

Scaldabagno Bosch con accensione elettronica
Scaldabagno Bosch con accensione elettronica

Le soluzioni di climatizzazione commerciale sono un segmento in forte crescita e di importanza strategica per la divisione di Bosch. «Abbiamo quindi deciso di ampliare la nostra offerta ai sistemi VRF, attraverso una joint-venture con il produttore cinese Midea», spiega un comunicato dell’azienda. Come indica il nome, i sistemi VRF si avvalgono di un flusso di refrigerante variabile per climatizzare gli edifici commerciali. I sistemi VRF sono commercializzati globalmente da Bosch Termotecnica sotto il marchio Bosch. «Questa joint-venture ha rafforzato la nostra posizione di mercato come fornitore di sistemi per il settore della climatizzazione commerciale e ci permette di sfruttare nuove opportunità di crescita. Ora offriamo unità trattamento aria, refrigeratori e dispositivi VRF, cioè tutta la tecnologia necessaria per gli edifici commerciali» ha spiegato Glock.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui