Accordo tra Finco e Sace per l’internazionalizzazione

Carla Tomasi

Export e internazionalizzazione per le piccole e medie imprese al centro dell’accordo tra Sace e Finco, la Federazione industrie prodotti impianti servizi ed opere specialistiche per le costruzioni e la manutenzione. L’intesa agevolerà le aziende associate a Finco nella fruizione dei servizi offerti da Sace e Simest, Polo unico per l’export e l’internazionalizzazione del Gruppo Cdp. L’intento è favorire la crescita internazionale delle aziende associate attraverso iniziative congiunte volte a garantire un più facile accesso ai prodotti assicurativo-finanziari offerti da Sace, attrarre nuovi buyers esteri e favorire il coinvolgimento delle imprese aderenti in progetti di export di filiera. Finco, con 38 associazioni federate, rappresenta oltre 5.000 aziende, prevalentemente pmi, che tramite l’accordo, avranno accesso a prodotti e servizi di Sace, anche per progetti di export di filiera, tra cui finanziamenti per l’internazionalizzazione; agevolazioni sui tassi d’interesse; assicurazione delle vendite dal rischio di mancato pagamento; partecipazione al capitale per piani di sviluppo esteri; sostegno e protezione degli investimenti esteri; garanzie fideiussorie per gare e commesse; anticipazione dei crediti vantati verso i clienti italiani ed esteri tramite il factoring.

«L’ accordo avvalora l’importanza della sinergia tra il mondo imprenditoriale e le società del Gruppo Cdp», secondo il presidente di Sace Beniamino Quintieri. «Le imprese aderenti alle Associazioni federate hanno una dimensione media ridotta», ha rilevato la presidente Finco, Carla Tomasi. «Al momento la quota lavori svolti all’estero è di poco superiore al 10%. Confidiamo che tale percentuale possa raddoppiare nel triennio».

Carla Tomasi
Carla Tomasi

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui