Wienerberger, il laterizio si fa opera d’arte alla Milano Design Week

Wienerberger - Hanibal Salvaro Hani

Non solo soluzioni innovative per edifici sempre più sostenibili, i laterizi Wienerberger, in occasione della Milano Design Week, si trasformano in un’installazione artistica grazie all’estro creativo di Hanibal Salvaro Hani. Da martedì 4 aprile, fino a domenica 9 aprile sarà possibile ammirare WAM – Wienerberger Arte a Milano, installazione piramidale polivalente trasformabile, l’opera realizzata dallo scultore croato per il Museo Acqua Franca, situato presso il Depuratore di Milano Nosedo, che durante la settimana del design ospita le creazioni di diversi artisti italiani e internazionali chiamati a interpretare il tema della Purezza.

Wienerberger - Hanibal Salvaro Hani
Wienerberger – Hanibal Salvaro Hani

L’installazione firmata da Hani, per la cui realizzazione sono stati utilizzati 1.754 laterizi Wienerberger, disposti a forma di piramide per un peso totale di quasi 13 tonnellate, simboleggia la naturale organizzazione della società umana. Una struttura, quella che regola l’umanità, in cui ogni trasformazione può essere accolta e accettata solo se deriva da processi di cooperazione e collaborazione aperti e intelligenti. Una scultura che trasforma un materiale nobile come il laterizio, che da sempre caratterizza la tradizione costruttiva italiana ed europea, in un’opera d’arte protagonista di uno degli eventi internazionali più importanti dedicati al design.

Wienerberger - Hanibal Salvaro Hani
Wienerberger – Hanibal Salvaro Hani

Hanibal Salvaro Hani è attivo come scultore e ceramista da oltre cinquant’anni ed è membro dell’Accademia internazionale di ceramiche di Ginevra, dell’Associazione croata degli artisti di Zagabria (HDLU), dell’Associazione croata degli artisti Zadar, dell’Associazione catalana di ceramisti di Barcellona e dell’Associazione dei ceramisti di Lubiana. Ha esposto le sue opere in più di 400 mostre personali, sia in Croazia sia all’estero, in più di 30 paesi in tutti i continenti tra cui Stati Uniti, Giappone, Corea, Italia, Canada, Germania, Egitto, Australia, Austria, Russia, Serbia, Messico, Argentina e Cina.

La mostra sarà visitabile fino a sabato 8 aprile dalle ore 11 alle ore 18, mentre domenica 9 sarà accessibile dalle ore 9,30 alle ore 12. È inoltre possibile partecipare a visite guidate su prenotazione contattando l’associazione Arte da Mangiare telefonando ai numeri 340.3406871 e 02.39843575 o visitando il sito www.artedamangiare.it.

IMG_5947

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui