Un esempio pratico per valutare la produttività in magazzino

produttività-magazzino

Così come accade per i reparti produttivi, anche nei magazzini è necessario valutare la produttività.

Tale parametro è necessario per comprendere da un lato come il magazzino sta rispondendo alle crescenti esigenze del mercato, dall’altro per comprendere il numero di risorse necessarie per rispondere agli ordini e l’eventuale fabbisogno di forza lavoro esterna.

Per comprenderne calcolo e utilità si presenta un esempio.

In un magazzino di materiali commerciali i 15 addetti al picking nelle stagioni primaverile e invernale del 2020 hanno movimentato mediamente 4,1 metri cubi per ora per operatore.

Il parametro è utilizzato per pianificare il numero di risorse necessarie per rispondere agli ordini ricevuti. Per esempio, se si devono prelevare 330 metri cubi, sapendo che le ore di lavoro di un turno sono pari a circa 7,5, il numero di risorse necessarie è pari a 330/7,5/4,1 = 11 persone.

Il parametro viene anche valutato per comprendere l’andamento nel tempo della produttività. Confrontando il 2021 con il 2020, l’azienda ha notato che l’indice di produttività è sceso da 4,1 a 3,6. Da precisare che il business nello stesso periodo è cresciuto del 75%.

La domanda a questo punto è quella di comprendere i motivi per cui a fronte di un incremento della quantità spedita la produttività media è scesa. La soluzione a questo dilemma sta nell’osservazione delle risorse impiegate. 

Il numero di picker interni massimo è pari a 15 persone. Quando l’azienda ha ordini superiori al volume massimo prelevabile da 15 persone (circa 370 metri cubi) l’azienda ricorre a personale interinale. Purtroppo, le prestazioni del personale esterno non sono paragonabili al personale diretto, attività nuove in ambienti non conosciuti penalizzano la quantità prelevata per ora per gli esterni.

La conseguenza è che il valore medio della produttività scende. Se un addetto interno all’azienda ha produttività pari a 4,1 metri cubi per ora, una persona impiegata per un breve periodo di tempo non va oltre i 3 metri cubi per ora. Nel 2021, per far fronte all’aumento degli ordini, l’azienda ha dovuto ricorrere a numerose risorse esterne e così la produttività media si è abbassata. 

Quale soluzione? La revisione dei processi con l’obiettivo di semplificare al massimo tutte le attività ha permesso di aumentare la produttività anche per il personale interinale. A livello pratico una migliore mappatura del magazzino, una migliore segnaletica e un Wms (warehouse management system) più performante hanno consentito di ridurre la differenza prestazionale tra gli addetti ritrovando così la produttività attesa.

produttività-magazzino
Produttività mensile (in metri cubi) e addetti. In evidenza la riduzione
di produttività (linea blu) rispetto alla produttività teorica (linea arancio)
con l’inserimento di personale esterno

di Andrea Payaro, docente ed esperto del ministero dello Sviluppo Economico – Ice (da YouTrade n.121)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui