La pittura è a base di alghe: la soluzione green per il Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai

pittura-spirulina-padiglione-italia-expo-dubai

Gruppo Boero e Tolo Green presentano le neomaterie, soluzioni vernicianti sostenibili, studiate appositamente per il Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai, che sarà inaugurato il prossimo 1 ottobre 2021.

Per la parte interna del Padiglione Italia, il Gruppo Boero decorerà zone di interesse specifico, come l’area VIP, l’Auditorium, l’Educational Lab e il foyer, con l’utilizzo sperimentale di materie prime e pigmenti a base di spirulina, una microalga blu-verde che, oltre alle proprietà nutrizionali e miglioramento dell’ambiente, permette di proporre un’alternativa green ai pigmenti tradizionali di origine sintetica.

pittura-spirulina-padiglione-italia-expo-dubai

A fronte di diversi quantitativi di microalghe all’interno del prodotto verniciante, è stato possibile ottenere diverse gradazioni di verde, in linea con le aspettative dei progettisti del Padiglione Italia, gli architetti Italo Rota e Carlo Ratti, che hanno fin da subito colto le potenzialità delle due aziende e visto la possibilità di promuovere lo sviluppo di una pittura per gli interni ad alta sostenibilità ambientale.

pittura-spirulina-padiglione-italia-expo-dubai

La sinergia tra Boero e Tolo Green ha dunque consentito lo sviluppo di un prodotto verniciante colorato a forte vocazione green.

In futuro Gruppo Boero stima una produzione nelle tonalità derivanti dall’utilizzo di microalghe all’interno della linea “Painting Natural”, una gamma di prodotti ad alta tecnologia e minimo impatto ambientale: all’interno di questa gamma ci sono pitture per interno a basse emissioni con certificazione Ecolabel, rivestimenti per esterno fotocatalitici antinquinamento, e la linea Painting Natural Protective.

Microalghe al Padiglione Italia a Expo Dubai

Oltre alla collaborazione con Gruppo Boero, Tolo Green, Partner del Padiglione Italia ad Expo Dubai, sarà presente attraverso altre iniziative che valorizzeranno le potenzialità delle alghe in ottica di benessere e sostenibilità, con l’installazione di cinque grandi vasche che «abbracceranno» il Belvedere: una costruzione circolare di circa 12-13 metri di diametro che sorge all’interno del Padiglione Italia, dove verranno coltivate tre tipi di alghe (Spirulina, Dunaliella e Haematococcus) di diversa cromia, per richiamare i colori della nostra bandiera.

Padiglione-Italia-expo-dubai

L’anidride carbonica emessa dai visitatori durante la visita sarà leggermente aspirata e fatta gorgogliare in microbollicine nelle colture algali presenti nelle varie vasche, dove le microalghe si nutriranno di anidride carbonica ed emetteranno ossigeno, riducendo così l’impatto ambientale della CO2, principale responsabile dell’effetto serra.

Inoltre, nel Laboratorio circolare, con pareti in vetro trasparente, i biologi tecnici Tolo Green svolgeranno le analisi chimiche e lavoreranno le microalghe quotidianamente sotto gli occhi attenti dei visitatori fino ad ottenere sacchettini omaggio di microalga in polvere utilizzabili come fertilizzanti. Lampade fotosintetizzanti, progettate specificamente per la crescita delle microalghe, ne permetteranno la proliferazione anche in ambiente confinato con scarsità di irraggiamento.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui