Somec acquisisce Gico (grandi cucine)

La sede di Somec a San Vendemiano (Treviso)
La sede di Somec a San Vendemiano (Treviso)

Dalle navi alle cucine. Somec, società quotata al listino Aim di Borsa Italiana, specializzata nell’ingegnerizzazione, design e realizzazione di grandi progetti chiavi in mano nell’ambito navale e civile relativi a involucri vetrati, progetti architettonici speciali, allestimento di aree pubbliche e catering per grandi cucine, acquisisce la maggioranza del capitale sociale di Gico.

Fondata nel 1971, a Vazzola nella provincia di Treviso, Gico opera nell’ambito della progettazione, produzione e commercializzazione di grandi impianti per cucine professionali su misura di alta gamma. Nel 2019 l’azienda ha realizzato un fatturato pari a 5,7 milioni di euro e un Ebitda di 0,43 milionie un indebitamento di 2,5 milioni.

Oscar Marchetto, presidente di Somec
Oscar Marchetto, presidente di Somec

Gli azionisti di maggioranza, Valeria Ongaro e Maria Luisa Ongaro, cederanno a Somec il 60% delle azioni di Gico. Successivamente, entro i 60 giorni successivi alla data del closing, Somec sottoscriverà un aumento di capitale riservato per 1,2 milioni per effetto del quale deterrà l’80% del capitale di Gico. L’accordo prevede un impegno da parte di Valeria Ongaro a cedere a Somec la residua partecipazione del 20%.

L’idea di Somec è di costituire un gruppo di aziende al servizio dello chef nella creazione della cucina professionale chiavi in mano, che ha avuto inizio nel 2016 con l’acquisizione di Oxin, specializzata nella produzione di impianti su misura per l’ambito navale. A questa sono seguite l’acquisizione di Inoxtrend, specializzata nella produzione di forni, di Primax, specializzata nella produzione di abbattitori, di Pizza Group, specializzata nella produzione di forni e apparecchiature per pizza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui