Nove buone ragioni per utilizzare i droni in cantiere

Utilizzo dei droni in cantiere
Utilizzo dei droni in cantiere

I droni sono il nuovo trend nel settore delle costruzioni. La tecnologia del drone, noto anche come Uav (Unmanned aerial vehicle), è molto utile per il settore: perché? I motivi sono diversi, tutti molto validi per chi opera in edilizia.

Ecco nove buone ragioni per utilizzare i droni professionali in cantiere.

1) Supervisione aree difficili da raggiungere

La maggior parte delle analisi sugli edifici da riqualificare richiede visibilità del tetto per identificare le condizioni e valutare eventuali difetti. Spesso l’accesso a un tetto è complicato e comporta un’impalcatura, l’uso di scale e la messa in conto di un
possibile incidente. Oltre che dei costi connessi. I piccoli droni professionali possono far risparmiare tempo, denaro e ridurre i rischi per la sicurezza.

2) Ispezione del cantiere

Se il cantiere è occupato da macchinari e murature in fase di realizzazione, una ispezione generale può essere complicata. Un piccolo veivolo può effettuare un’ispezione visiva delle aree, magari quelle con maggiori rischi, oltre che far risparmiare tempo. Inoltre, le ispezioni sul sito possono essere intraprese con maggiore regolarità e coprire aree più ampie.

3) Prevenire i rischi, per aumentare salute e sicurezza

L’utilizzo di droni professionali per sorvolare un sito può mostrare i rischi nascosti in un cantiere (nel 2018 la media è stata di tre morti al giorno sui luoghi di lavoro). E consentire, quindi, di rimuovere i problemi prima che avvengano incidenti.

4) Manutenzione ponti, tetti, impalcature

Le ispezioni per la manutenzione di ponti, torri, tetti e impalcature, può spesso comportare costose modalità di accesso, con il personale del cantiere che lavora in quota. I droni sono in grado di fornire in modo più rapido e più semplice una visione con filmati in alta definizione riducendo costi e rischio.

5) Relazioni avanzamento dei lavori più facili

Le relazioni sui progressi costruttivi sono spesso preparate mensilmente per registrare lo stato di avanzamento dei lavori. Di solito un geometra o il capo cantiere documenta la situazione scattando delle fotografie. Una visione di insieme dall’alto può sintetizzare meglio i lavori del cantiere.

6) Promozione per vendere l’immobile

Non conta solo costruire o riqualificare un edificio. Poi, bisogna vendere l’immobile. Un video girato da un drone in alta definizione o 4k ha un forte impatto di comunicazione, perfetto per il marketing.

7) Visione in soggettiva

Si chiama visione in soggettiva il movimento di una telecamera che mostra virtualmente quello che vedrebbe in prima persona lo spettatore o, in questo caso, a chi si occupa dell’immobile: il cliente, oppure il proprietario, l’architetto, eccetera.

8) Scansioni laser

Per il Bim occorre avere a disposizione dati precisi. Spesso per un geometra può essere difficile ottenere l’accesso a una posizione adatta per la scansione laser nelle aree più estreme di un edificio. Questa difficoltà si traduce spesso nella mancanza di informazioni vitali. La scansione laser dai droni è diventata un metodo per catturare i dettagli esatti di topografia, edifici e paesaggi urbani.

9) Immagini termografiche

I droni possono essere utilizzati per effettuare registrazioni di immagini termiche per valutare potenziali punti freddi negli edifici o punti di calore nelle aree in cui sono presenti componenti elettrici.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui