Taglio e perforazione, il futuro secondo Tyrolit

Bauma 2019
Bauma 2019

Alla fiera Bauma 2019 Tyrolit ha presentato un’ampia gamma di prodotti per il taglio e la perforazione calcestruzzo, nonché soluzioni specifiche per progetti complessi. Oltre alla sega taglia pareti WSE811-MKII(la nuova versione della sega murale compatta più leggera al mondo) e a un vasto assortimento di dischi per taglio pareti, prodotti con la tecnologia

TGD, il fiore all’occhiello del Bauma di quest’anno è stata sicuramente il modelloWSE1621, progettato per garantire la massima efficienza e affidabilità per il taglio delle pareti in calcestruzzo. I motivi che rendono unico questo innovativo modello di sega murale che ha una profondità di taglio fino a 705 millimetri, sono i suoi componenti ultra-leggeri, nonché l’interfaccia di comunicazione intelligente: si tratta del primo macchinario Tyrolit dotato della tecnologia MoveSmart, una soluzione IoT che fornisce agli operatori dati in tempo reale sulla macchina. Questa tecnologia consente di ottimizzare la pianificazione del lavoro e rendere le operazioni più rapide e redditizie per gli operatori, con ripercussioni positive in termini di tempistiche e di precisione di taglio anche per la committenza.

ALTA TECNOLOGIA FACILE DA USARE

Un’altra novità Tyrolit èla sega a filo WCU17 che si presta per un’ampia varietà di impieghi, grazie anche alla lunghezza del filo che arriva fino a 17 metri. Consente una regolazione estremamente precisa dell’avanzamento con avviamento graduale per non danneggiare il filo e garantire un controllo ottimale dell’applicazione, anche grazie all’innovativo sistema di ammortizzazione.

Una funzionalità particolare che caratterizza il modello WCU17 è la sua compatibilità con le unità di comando e i telecomandi di altre soluzioni Tyrolit, come WSE1217 e WSE1621. Ma la sua principale caratteristica è la semplicità e la rapidità d’uso: formata da tre componenti principali dalla forma ergonomica, la sega a filo può essere montata in appena un minuto e posizionata direttamente sull’oggetto da tagliare. Sempre nel settore delle seghe a filo, il modello WS30 è dotato di un motore ad alta frequenza.

NOVITÀ PER I CANTIERI EDILI

La varietà delle nuove offerte di Tyrolit coinvolge anche l’attività dei cantieri edili. È infatti nata una nuovissima selezione di strumenti compatti per il taglio a secco. La nuova gamma punta sull’elevata sicurezza del prodotto, sull’ottimizzazione delle velocità di taglio e sulla massima durata dell’utensile. Le innovazioni di prodotto comprendono dischi con segmenti convenzionali e segmenti realizzati con la tecnologia TGD® – Tyrolit Grain Distribution – che consente di eseguire una lavorazione particolarmente economica ed efficiente, grazie a un’ingegnosa distribuzione dei grani diamantati.

Ulteriori novità per il settore edile sono la nuova serie di smerigliatrici e utensili per la levigatura di pavimenti, la nuova taglierina da cantiere TBE400e il sistema di carotaggio DRS250.

PRODOTTI SPECIALI PER SITUAZIONI ESTREME

Da oltre 20 anni, Tyrolit mette a disposizione la sua competenza per la realizzazione di progetti speciali, tra cui lo smantellamento controllato di piattaforme offshore e centrali nucleari. Oltre alle classiche attrezzature per la perforazione e il taglio del calcestruzzo, che possono essere adattate in base alle esigenze del cliente, il team Project Services di Tyrolit offre un’ampia gamma di macchinari e utensili speciali per progetti complessi. In occasione della Fiera bavarese, una parte di questa gamma è stata presentata per la prima volta al grande pubblico, compresa la sua “Curved Track”, l’unità per la perforazione nelle profondità marine, e il primo sistema di taglio a filo certificato Atex al mondo, nonché il Dolphin di 1Diamond, uno dei maggiori esperti nel settore offshore e sottomarino. La collaborazione tra Tyrolit e 1Diamond, iniziata nel 2018, ha portato le soluzioni personalizzate di entrambe le società a un livello completamente nuovo e ha permesso a queste due aziende di sviluppare diversi prodotti per il taglio, che sono utilizzati con successo fino a 3.000 metri sotto il livello del mare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui