L’innovazione, materia prima di Etex nel Centro Ricerca di Avignone

Centro di ricerca Etex ad Avignone
Centro di ricerca Etex ad Avignone

Un gruppo nato in Belgio, ma ormai globale: Etex impiega 15mila persone in oltre cento aziende presenti in 42 Paesi. Uno di questi è la Francia. Al centro di ricerca di Avignone, infatti, è affidato il compito di sviluppare soluzioni per i prodotti a base gesso e per la protezione al fuoco. Un compito non semplice ed importante, come emerso durante una giornata dedicata alla stampa, a cui era presente YouTrade. Ma l’obiettivo del gruppo è preciso: puntare tutto sull’innovazione distribuita su tre centri di R & S. E con un traguardo ambizioso: il 20% del fatturato deve provenire da prodotti che hanno meno di cinque anni di vita. Questa innovazione al cubo, nel caso del centro di sviluppo nella capitale della Provenza, si traduce, per esempio, nelle attività di Etex Building Performance, specializzata in lastre in gesso, lastre in   fibrocemento, sistemi a secco e per la protezione dal fuoco, Façade Fibre, materiali per facciate in cemento, Industry Industrial, soluzioni dalle elevate prestazioni termiche e di protezione passiva dal fuoco, Etex Roofing per coperture. 

19449303_10209968453623099_427487964_o

Innovazione al centro

L’innovazione, insomma, è un aspetto centrale della strategia dell’azienda come ha avuto modo di spiegare, in altra occasione, Paul Van Oyen, Ceo del gruppo: «Vogliamo ispirare i costruttori, architetti, imprese edili, così come i distributori e progettisti. I nostri standard sono molto alti, come i nostri prodotti. Sono di alta qualità e devono durare per decenni. Miglioriamo continuamente i nostri processi di produzione per aumentarne ulteriormente la qualità, utilizzando meno materie prime e consumando meno energia lungo la strada», è la filosofia del manager. «Guidiamo costantemente l’innovazione per generare nuovi prodotti e soluzioni, offrendo il miglior rapporto qualità-prezzo. Quello delle costruzioni è un mercato strettamente regolato: abbiamo un impegno a migliorare i materiali esistenti, studiare le migliori pratiche e applicare le idee. Il risultato ci proponiamo di raggiungere? Soluzioni costruttive accessibili e sostenibili per le persone di tutto il mondo».

Centro di ricerca Etex ad Avignone
Centro di ricerca Etex ad Avignone

Il gruppo

Etex ha oltre un secolo. È stata fondata nel 1905 da Alphonse Emsens, in Belgio. Nel 1981 ha affiancato la produzione di sistemi di protezione passiva del fuoco e ha continuato a crescere fino ad acquisire nel 2011 la divisione Gypsum del Gruppo Lafarge, uno dei colossi francesi di materiali per edilizia. Attualmente Etex conta 107 siti produttivi, 102 aziende controllate in 42 Paesi. Oltre al centro di ricerca di Avignone, ci sono quelli belgi di Tisselt, dedicato a sistemi di isolamento ad alte prestazioni e sistemi di protezione passiva dal fuoco, e Kapelle-op-den-Bos, specializzato nella ricerca e sviluppo di soluzioni per le coperture, le facciate e sistemi a secco. Etex ha chiuso il 2016 con un fatturato di 2,8 miliardi di euro.

I prodotti 

La divisione Etex Building Performances è specializzata in sistemi a secco e per la protezione dal fuoco. I prodotti sono commercializzati con marchi come Siniat, Promat, Eos, Durlock, Kalsi. La divisione produce in particolare lastre in cartongesso per interni ed esterni, lastre in fibrocemento, sistemi di protezione dal fuoco, sistemi modulari per la prefabbricazione. Con una attenzione particolare al risparmio nei tempi di montaggio in cantiere. Secondo quanto calcolato dalla società, con i sistemi a secco si può ottenere un incremento del 27% della velocità di installazione, con conseguenti notevoli risparmi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui