L’Italia delle proroghe: l’obbligo di termoregolatori slitta a giugno

Calorifero

L’Italia dei rinvii, dei condoni e dei più furbi sembra eterna. La riprova è l’ennesima eccezione alla regola, che questa volta riguarda i condomini. Il Consiglio dei ministri, infatti, accogliendo le segnalazioni dei professionisti del settore, in particolare delle associazioni degli amministratori di condominio, ha spostato al 30 giugno 2017 il termine ultimo per installare la termoregolazione e contabilizzazione del calore nei condomini inserendo tale provvedimento nel decreto Milleproroghe. In effetti, molti condomini non ancora hanno provveduto e sarebbero incorsi nelle pesanti sanzioni previste per chi non fosse in regola al 31 dicembre 2016. Eppure la data entro cui bisognava mettersi in regola era nota da almeno due anni e il tempo per mettersi in regola non è mancato. Alla fine sono premiati i più furbi, o i più inefficienti, che hanno rinviato la spesa al 2017: il messaggio che passa è che in Italia nessuna regola è definitiva, basta che ci sia un buon numero di futuri elettori che non vuole o non si cura di mettersi in regola. Perché prevedere delle multe per chi non rispetta la legge, se poi la norma che le prevede viene modificata? A questo punto è lecito pensare che, forse, neppure il 30 giugno sarà davvero la data definitiva.

Calorifero
Calorifero

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui