I centri commerciali vogliono rinnovarsi

Centro commerciale
Centro commerciale

La grande distribuzione è tornata a promuovere, per il terzo anno consecutivo, il convegno Deep Renovation, promosso dal Consiglio nazionale dei centri commerciali. Tema: la riqualificazione radicale delle strutture commerciali esistenti, all’insegna di sostenibilità, tecnica e architettura. Secondo Filippo Maffioli, presidente della Commissione consultiva factory outlet Cncc & Ceo di Promos Group, «Il mercato italiano dei factory outlet center sta vivendo un momento positivo. Un settore in continua crescita che consolida la sua posizione di leadership all’interno del panorama europeo e si conferma fertile per l’evoluzione di nuovi trend. Entertainment e food court diventano i nuovi poli attrattivi. Arricchiscono la shopping experience e contribuiscono a trattenere il cliente per un tempo maggiore all’interno dei centri, in strutture non più solo fashion oriented. Anche l’architettura si modifica, a favore di strutture parzialmente coperte, dal design più contemporaneo e sempre più posizionate nel tessuto urbano. Gli store, infine da semplici spacci, si trasformano ora in boutique. Luoghi catalizzatori di esperienze dove è fondamentale la customer experience e dove il reale deve necessariamente integrarsi con il digitale: dagli acquisti alle personalizzazioni, dall’uso del web alla condivisione sui social network, fino a management e logistica».

Centro commerciale
Centro commerciale

Luc Lescault, Marketing & Communication director di Falcon Malls ha anticipato progetti di grande impatto e innovazione: «Il mercato locale è caratterizzato da un parco di centri commerciali molto datato, poiché il 75% dell’attuale stock è stato costruito prima del 2007. Esistono perciò ampi spazi di crescita per ampliamenti, refurbishment o nuovi progetti, greenfield e brownfield. Con 3 nuovi sviluppi, di cui 2 che possono essere considerati una deep renovation di aree attualmente in disuso, Falcon Malls vuole porsi come uno dei principali player in Italia. Vogliamo portare la nostra expertise sviluppata da oltre vent’anni nei mercati del Middle East. L’area è da molto tempo un incubatore di nuovi format per gli shopping mall, concept che vengono realizzati sempre in tempi molto brevi. Per questo gli sviluppatori europei e nord americani guardano ai nostri modelli per dare nuovo impulso a mercati maturi».

Lascia una risposta

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome qui