Recupero acque grigie per uso domestico: la soluzione è Redi

Recupero delle acque grigie ad uso irriguo e domestico

L’acqua è un bene prezioso, oltre che vitale. I cambiamenti climatici che sono sotto gli occhi di tutti, l’inquinamento e gli sprechi fanno sì che l’acqua sia sempre sempre più una risorse preziosa, da centellinare. E nei prossimi anni, purtroppo, la situazione è destinata a peggiorare. La carenza di risorse idriche, secondo un recente studio dell’Università di Twente (Olanda) pubblicata sulla rivista Science, non solo è una delle sfide più pericolose che il mondo si trova ad affrontare, ma probabilmente è di gran lunga più grave di quanto ci si aspettasse.

La ricerca rivela anche che 500 milioni di persone vivono in luoghi dove il consumo annuo di acqua è doppio rispetto alla quantità che la pioggia riesce a reintegrare. Ciò sta rapidamente portando al degrado irreversibile delle falde acquifere, rendendo vulnerabili intere comunità.Quotidianamente, per soddisfare i fabbisogni giornalieri domestici, l’acqua viene prelevata direttamente dalla rete idrica pubblica. Quindi, acqua estremamente pura viene utilizzata indistintamente per l’igiene personale, la pulizia, la cottura dei cibi, l’utilizzo negli elettrodomestici e l’irrigazione di giardini e piante.

Dove sta il problema? Presto detto: acqua potabile di elevata qualità viene utilizzata anche dove non è necessaria la potabilità,  contribuendo così ad aumentarne lo spreco.  Quindi, per essere diretti e chiari, non basta farsi docce più brevi, il cambiamento devd essere profondo e radicale. In questo campo la tecnologia può fornire un aiuto prezioso offrendo strumenti e soluzioni che ne facilitino il recupero.

Il sistema di recupero delle acque grigie di Redi permette un risparmio di più del 50% dell’acqua potabile consumata in una abitazione, riducendo sprechi e inefficienze.

Impianto recupero acque grigie Redi

Impianto recupero acque grigie Redi

Il sistema Redi per il recupero dell’acqua

Il sistema Redi attraverso un processo multiplo di trattamento biologico, ultrafiltrazione e sterilizzazione UV delle acque grigie fa sì che queste tornino ad uno stato igienicamente puro rispondendo quindi ai requisiti della Norma UE per le acque di balneazione permettendo di riutilizzarle nei più svariati usi quali: lavatrice, scarico del wc, irrigazione del giardino, pulizia delle aree verdi e non intorno alla casa.

Il sistema Redi è amico della natura due volte: una volta perché il processo di filtrazione è di tipo biologico-meccanico, la seconda perché preserva l’ambiente, non richiedendo l’impiego di additivi chimici nocivi riducendo sprechi e costi.

Il sistema di Filtraggio e riutilizzo delle acque grigie Redi è amico dell’ambiente e porta benefici a tutti: ai progettisti, in quanto semplifica la fase di progettazione; agli installatori, in quanto il sistema è pre-assemblato e pronto all’installazione; ai proprietari, perché aumenta il valore dell’immobile e riduce i consumi.  Infine l’installazione di un sistema di recupero delle acque grigie contribuisce alla classificazione LEED dell’edificio, aumentando il valore dell’immobile.

 

Recupero acque grigie per uso domestico: la soluzione è Redi ultima modifica: 2018-02-12T12:34:36+00:00 da Fabio franchini
Categories: Aziende

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*