Klimahouse 2016: ecco i numeri del successo

Klimahouse 2016, successo annunciato. E confermato dai numeri. Il bilancio dell’edizione di quest’anno indica 37.500 visitatori, 465 espositori e oltre 70 aziende in lista di attesa, Carlo Ratti, Thomas Herzog, Thomas Auer, Kengo Kuma e Federico M. Butera relatori al programma congressuale con 800 partecipanti, 1.500 partecipanti ai forum tematici, 330 partecipanti ai 14 tour guidati a edifici modello, 100 consulenze private, 160 giornalisti accreditati. Rispetto allo scorso anno il pubblico è aumentato, seppure di poco. «Dimostra che Klimahouse si è affermata in Italia come fiera di riferimento per il risanamento e l’efficienza energetica in edilizia», commenta Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano. «Sono state giornate intense, con molti incontri e possibilità di informazione e, vedere l’entusiasmo sui volti del team, dei partner, delle aziende e dei visitatori, è stata la soddisfazione più grande». È aumentato anche il numero di aziende che hanno fatto richiesta di poter partecipare, ma a cui non è stato possibile dare riscontro. Questo può essere interpretato come un segnale positivo di crescita nel settore. Anche gli espositori confermano la piena soddisfazione delle loro aspettative e la qualità del pubblico intervenuto. «Siamo un’azienda internazionale con sedi in 70 paesi a livello mondiale e partecipiamo da 5 o 6 anni a Klimahouse. L’evoluzione di questa fiera è senz’altro notevole: vediamo ogni anno aziende nuove, è un evento in continuo movimento e molto valido nel settore dell’isolamento termi o e della casa confortevole. In poche parole, questa fiera è la numero uno», aggiunge Giancarlo Susanna, di Mapei.

Klimahouse-2016-Foto-Marco-Paris-convegno

Convegno a Klimahouse 2016

«Esponiamo dal primo o secondo anno dalla nascita di Klimahouse. È una fiera di grande qualità, molto interessante e con un ampio flusso di visitatori: la partecipazione è così importante per noi che quest’anno abbiamo raddoppiato la nostra presenza», rincara Simone Paterlini, di Monier Group. Altro commento entusiasta: «Partecipiamo da sei anni ormai. Klimahouse è una fiera con uno sviluppo continuo, non è mai ferma e in tutti questi anni ci siamo trovati sempre bene. Abbiamo notato un ampio interesse verso il nostro prodotto, soprattutto da parte dei tecnici e progettisti e ci fa molto piacere di avere avuto l’occasione di raccogliere oltre 350 nuovi contatti con persone che apprezzano i nostri materiali», sono le parole di Luigi Cresci, di Fantoni.

Durante l’evento sono state analizzate anche le possibilità di sviluppo dell’istallazione Insight, esposta in Piazza Fiera, che ha offerto uno spaccato interessante sullo stato dell’arte dell’impiantistica. «Insight è stato un successo», sostiene Ulrich Santa, direttore dell’Agenzia CasaClima. «Alle 150 visite guidate al suo interno hanno partecipato quasi 1.500 visitatori. Questo alto grado di interesse conferma che è vincente la scelta di puntare sulla tecnica all’interno degli edifici e di presentare in maniera compatta le principali innovazioni», conclude Santa. Grande interesse ha riscosso anche Utopia, la mostra laboratorio organizzata da Fiera Bolzano in occasione dei 500 anni di Utopia di Thomas More. «I visitatori hanno realizzato disegni bellissimi, Utopia è un progetto con un’incredibile energia positiva» all’unisono Ute Oberrauch della Fondazione Architettura Alto Adige e Guido Laino, curatore artistico.

Klimahouse 2016: ecco i numeri del successo ultima modifica: 2016-02-01T19:03:03+00:00 da Virginia Gambino
Categories: Eventi, In Evidenza

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*